Corriere di Verona

Alex Ferrari si è preso la fascia destra: con lui in campo difesa Hellas granitica Gomez si rompe il braccio, stagione finita

- M. F.

Infortunat­o Juanito Gomez, braccio fratturato

L’uomo giusto al posto giusto. Arrivato in prestito dal Bologna durante il mercato di gennaio, trascorsa qualche settimana in panchina, con la Spal, complice l’infortunio alla caviglia accusato da Eros Pisano (che proprio ieri è tornato in gruppo a Peschiera del Garda), Alex Ferrari si è preso la maglia da titolare, schierato da Fabio Pecchia nel ruolo di terzino destro. Da allora, per lui, non ci sono state più fermate: quattro turni, quattro gare disputate per intero, per un totale di 360’ in campo. Se le statistich­e non sono figlie del caso, a trarne giovamento è stata l’impermeabi­lità difensiva dell’Hellas, che in questo periodo ha incassato solamente una rete, e per di più su calcio di rigore (quello, siglato da Daniel Ciofani, che è costato al Verona la sconfitta a Frosinone). Per il resto, la tenuta in fase arretrata dei gialloblù è aumentata. Merito anche del rendimento di questo ragazzo, già nel giro dell’Under 21 azzurra diretta da Gigi Di Biagio, che al Bologna è cresciuto alla scuola di un vecchio amico dell’Hellas come Mimmo Maietta e di un senatore qual è In azione Alex Ferrari durante la partita con il Frosinone. Il difensore è arrivato dal Bologna

Daniele Gastaldell­o. In rossoblù le possibilit­à di giocare per lui si erano ridotte, ed ecco la scelta di Verona: «Non ci ho pensato due volte, per quanto avessi delle offerte dalla Serie A. Quanto alla mia posizione in campo, non ho preferenze. Posso fare il centrale come pure il terzino». Per adesso le necessità hanno indotto Pecchia a utilizzarl­o soltanto come laterale, ma Ferrari garantisce versatilit­à e buona tecnica: un surplus di qualità per l’Hellas che, nel frattempo, ha perso Juanito Gomez. Ieri, durante l’allenament­o mattutino, l’attaccante è caduto e si è fratturato in due punti l’avambracci­o destro. Sarà operato nelle prossime ore. I tempi di recupero non saranno brevi e la stagione dell’argentino potrebbe essere già finita. Il Verona, quindi, si trova con un’alternativ­a in meno per il settore offensivo. Intanto prosegue la corsa contro il tempo per riavere Giampaolo Pazzini per la partita con l’Ascoli. Il capitano dell’Hellas ha iniziato a svolgere lavoro differenzi­ato, ma la cervicalgi­a che lo tormenta da inizio settimana non è ancora stata superata.

 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy