Corriere di Verona

Dalle chearleade­r al tamburello, è Sport Expo

Al salone delle attività sportive, tra novità e «classici». E torna il quidditch, la disciplina di Harry Potter

- Davide Orsato © RIPRODUZIO­NE RISERVATA

A seconda dell’età iniziano come «soldati semplici», «caporali» o «tenenti». Ma in questo sport non si spara, si impara sempliceme­nte un uso intelligen­te delle proprie capacità motorie. Lunghi percorsi inframmezz­ati da balle di fieno, muretti da scavalcare, corde su cui arrampicar­si. È l’obstacle course racing, abbreviato Ocr, disciplina che qualcuno avrà sicurament­e visto, sotto forma di esercitazi­one nei film di guerra.

A Verona, da qualche anno a questa parte, viene proposta anche ai più piccoli, anzi soprattutt­o a loro. «Uno sport di disciplina, per il quale occorre anche usare la testa» lo definisce Davide Trevisan, istruttore.

L’Ocr è una delle novità di questa edizione di Sport Expo, il salone delle attività sportive iniziato ieri in Fiera, ed è una delle attività sportive che si sta facendo largo in provincia: l’evento più importante viene organizzat­o a giugno, con un percorso da 12 chilometri. Accanto ai grandi classici: basket, tennis, danza e scherma (tutti si possono provare nelle apposite aree) ecco comparire anche il cheerleadi­ng. La sezione scaligera della Ficec, la federazion­e sportiva italiana, conta circa trecento iscritti, tra cui molti Tra gli stand Una delle tante discipline che vengono proposte a Sport Expo in fiera (foto Sartori) uomini. «Sono necessari nelle squadre — avverte Valeria Totobrocch­i, una delle responsabi­le delle sezioni — soprattutt­o per fare le basi della coreografi­a. E devono essere particolar­mente forti, difficile reggere il peso delle piramidi, altrimenti».

Spazio anche a uno sport che ormai, in Italia, è una mosca bianca, ma che a Verona è largamente praticato (con due squadre nella massima divisione e ben 27 scudetti nel palmares provincial­e: il tamburello. La filosofia di Sport Expo è quello di dare a tutti i visitatore una chance di mettersi alla prova. In questo modo, specialmen­te ragazzi e bambini, possono scoprire nuove passioni. Coinvolte in particolar­e le scuole elementari e medie: ieri hanno affollato i padiglioni 10, 11 e 12 della fiera ben 300 classi. Oggi e domani giornate dedicate alle famiglie, con apertura dalle 9 fino alle 19. Oltre agli sport «tradiziona­li» non mancano le curiosità. Fa il suo ritorno anche il quidditch, lo sport di Harry Potter (non ci sono le scope volanti, tutto il resto sì), mentre l’aeronautic­a militare ha messo a disposizio­ne un simulatore di volo profession­ale e un seggiolino eiettabile che farà provare ai più coraggiosi la sensazione di un volo in quota. Tra i partner di Sport Expo c’è anche la nazionale di sitting volley, la pallavolo da seduti, che sarà in fiera per una dimostrazi­one oggi.

 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy