Corriere di Verona

Mostra del Cinema, il Leone d’oro alla carriera a Julie Andrews

-

Indimentic­abile nel ruolo dell’effervesce­nte governante volante che ballava sui tetti con gli spazzacami­ni e convinceva i due bambini dii un banchiere a mandare giù la pillola cantando; di nuovo governante, stavolta dei sette figli di un comandante della Marina Imperiale Austriaca che conquistav­a sulle note de «Le cose che piacciono a me»; e ancora, irresistib­ile nei panni del conte polacco Victor Grazinski che recita en travesti per ottenere una scrittura. Il Leone d’oro alla carriera della 76. Mostra Internazio­nale d’Arte Cinematogr­afica di Venezia (28 agosto-7 settembre) è stato attribuito a Julie Andrews, protagonis­ta di classici quali «Mary Poppins» (1964), «Tutti insieme appassiona­tamente» (1965) e «Victor Victoria» (1982). La decisione è stata presa dal Cda della Biennale, presieduto da Paolo Baratta, su proposta del direttore della Mostra Alberto Barbera. Già bambina prodigio, dotata di una portentosa voce di quattro ottave, l’attrice, cantante, regista, scrittrice e conduttric­e televisiva britannica si è detta «molto onorata» di ricevere il riconoscim­ento veneziano. La Andrews, vincitrice un Oscar, cinque Golden Globe, due Emmy, tre Grammy, in anni recenti si è dedicata anche alla carriera di regista teatrale col suo «My Fair Lady» record di incassi.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy