Corriere di Verona

Quarta dose, Verona si prepara a partire

- Annamaria Schiano © RIPRODUZIO­NE RISERVATA

Chi la fa

Per adesso il secondo booster è riservato agli over 80 e agli over 60 «fragili»

VERONA Anche in Veneto si apre la campagna vaccinale per la quarta dose anti Covid. Il ministero ha dato il via libera alla somministr­azione della seconda dose booster con vaccino mRna, vale a dire Pfizer o Moderna, in dosaggio da 30 mcg, purché siano trascorsi almeno 120 giorni dalla terza dose. Le somministr­azioni, per ora, sono riservate agli over 80, agli ultrasessa­ntenni fragili e agli ospiti dei presidi residenzia­li per anziani. Già oggi si sarebbe dovuto partire con le somministr­azioni ad accesso diretto, ma ogni Usl si programma sulla base delle proprie disponibil­ità. L’Usl 9 scaligera, quindi, fa sapere che stanno predispone­ndo le anagrafi per le prenotazio­ni, «in base a vaccini e malattie avute», per, poi, programmar­e sedi e orari. Idem per le case di riposo, dove anche lì servirà la programmaz­ione. Come per le dosi precedenti, anche il secondo booster si potrà fare dai medici di famiglia aderenti alla campagna. La circolare ministeria­le precisa che la quarta dose «deve essere considerat­a come una dose di richiamo, consistend­o il ciclo di vaccinazio­ne primaria in tre dosi». Nell’Usl 9 Scaligera, la percentual­e dell’intera popolazion­e che ha ricevuto la terza dose è ferma al 65,3%, mentre l’81% dei cittadini ha ultimato il ciclo con due somministr­azioni.

 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy