Sal­vi­ni e il Cav com­pat­ti: “Noi non cam­bia­mo idea”

I due lea­der in Friu­li at­tac­ca­no gli av­ver­sa­ri

Corriere di Viterbo - - Primo Piano -

KPas­sa dal Friu­li Ve­ne­zia Giu­lia la te­nu­ta del cen­tro­de­stra. Sil­vio Ber­lu­sco­ni e Mat­teo Sal­vi­ni, in cam­pa­gna elet­to­ra­le a so­ste­gno del le­ghi­sta Mas­si­mi­lia­no Fe­dri­ga nel­la re­gio­ne al vo­to do­me­ni­ca, ri­ba­di­sco­no l’uni­tà del­la coa­li­zio­ne, ma non si in­con­tra­no du­ran­te il tour, che ve­de im­pe­gna­ta an­che la pre­si­den­te di FdI, Gior­gia Me­lo­ni. La so­stan­za è che su­bi­sce una smen­ti­ta la vo­ce di una rot­tu­ra del­la Le­ga, ma il ri­sul­ta­to è un’al­tra pa­ce ar­ma­ta tra il Cav e il se­gre­ta­rio del Car­roc­cio.

Re­sta il fat­to che la par­ti­ta da gio­ca­re con i se­con­di ar­ri­va­ti, i Cin­que­stel­le, ve­de i due lea­der su po­si­zio­ni an­co­ra lon­ta­ne. E, se al Ca­va­lie­re non van­no giù i ve­ti dei gril­li­ni, il se­gre­ta­rio del Car­roc­cio non di­ge­ri­sce la lo­ro po­li­ti­ca dei due for­ni. Mol­la­re Ber­lu­sco­ni? “No, non ve­do per­ché do­vrei cam­bia­re idea ogni quar­to d’ora, non fac­cio co­me Ren­zi e Di Ma­io. Mi pre­sen­to al­le ele­zio­ni con una squa­dra e vado con quel­la squa­dra”, chia­ri­sce il lea­der le­ghi­sta. E il nu­me­ro uno di For­za Ita­lia sen­ten­zia: “Non è ve­ro che Sal­vi­ni ab­ban­do­ne­rà il cen­tro­de­stra. È una per­so­na lea­le che mai spez­ze­rà il vo­to che ha mes­so in­sie­me gli ita­lia­ni”. In ogni ca­so, Sal­vi­ni va drit­to per la pro­pria stra­da e det­ta una li­nea in­ter­ven­ti­sta: “Se qual­cu­no con­ti­nua a fa­re i ca­pric­ci, l’uni­ca via so­no le ele­zio­ni il pri­ma pos­si­bi­le, an­che pri­ma dell’esta­te. Con l’aria che ti­ra, qual­cu­no la mag­gio­ran­za la por­te­rà a ca­sa”.

Cen­tro­de­stra uni­to Nuo­ve con­fer­me da Mat­teo Sal­vi­ni e Sil­vio Ber­lu­sco­ni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.