Corriere Fiorentino

APRIAMO IL NOSTRO AGRARIO, PER DARE UNA MANO

- *Dirigente dell’Istituto di Agraria di Firenze di Ugo Virdia*

Gentile direttore, giovedì leggendo sulle pagine del Corriere Fiorentino l’editoriale di Enrico Nistri Le Cascine ieri e oggi, non ho potuto non pensare al contributo dell’Istituto Agrario di Firenze alla storia del Parco e a partire da questa storia, sottolinea­re che ancora oggi 1200 ragazzi e duecento dipendenti frequentia­mo il parco delle cascine ogni giorno andando a scuola dalle sette del mattino alle ventitré. Ai fini della difficile lotta al degrado del parco credo sia importante aprire alla città i nostri dodici ettari in mezzo al parco dove ci sono serre, orti, museo delle scienze in agricoltur­a, frutteti, vigne, pollai di selezione, fontane e laghetti, antiche stalle e porcinaie, fienili e pozzi dove un tempo gli asini garantivan­o l’acqua alle collezioni di agrumi in vaso e orchidee tra le più pregiate d’Italia. In pochi sanno che martedì, giovedì e sabato il nostro ufficio vendita propone ortaggi, fiori, creme e profumi, olio e vino, tutto prodotto alle Cascine e con il contributo determinan­te dei ragazzi futuri profession­isti in agricoltur­a. Chiunque viene a visitarci si stupisce della bellezza nascosta del parco produttivo dell’Istituto agrario, che dal parco ricava il reddito necessario a mantenere il grande laboratori­o in campo per alunni dai quattordic­i ai sessanta anni e oltre. Un parco di lavoro che insegnanti e personale dell’Istituto ha protetto negli anni da aggression­i edilizie e degrado urbano. Un grande progetto per le Cascine? Ce lo auguriamo. Noi faremo la nostra parte. Intanto a giorni aspettiamo i ragazzi di cinque scuole medie per mettere in serra le loro piantine che poi, con l’aiuto dei loro compagni più grandi, metteranno a dimora negli orti di città delle loro scuole. Ogni martedì, giovedì e mercoledì gli anziani del quartiere e le classi delle scuole elementari e medie della città possono su appuntamen­to visitare un museo che, tra i suoi oggetti, conta importanti collezioni di rettili, uccelli e opere di frutti in cera così perfetti che riproducon­o persino il peso della frutta vera e propria. Possiamo fare di meglio per il parco delle Cascine e aprire ancora di più alla città i nostri laboratori. Servono però progetti che mettano assieme coloro che nel parco quotidiana­mente lavorano e lo abitano con coloro che lo visitano e lo frequentan­o abitualmen­te. Non possono farcela da sole le forze dell’ordine, né funziona chiudere i cancelli anche di giorno.

 ??  ?? Uno degli studenti dell’Agrario al lavoro nelle serre dell’istituto
Uno degli studenti dell’Agrario al lavoro nelle serre dell’istituto
 ??  ?? L’editoriale di Enrico Nistri sul volto cambiato del parco delle Cascine pubblicato sul «Corriere Fiorentino» di giovedì scorso
L’editoriale di Enrico Nistri sul volto cambiato del parco delle Cascine pubblicato sul «Corriere Fiorentino» di giovedì scorso

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy