Corriere Fiorentino

Una sinistra in più, come cambia la galassia toscana

Il sindaco Tomasi: centrodest­ra unito e liste civiche. Donzelli: non dimentichi­amo le nostre radici

- Ceccarelli, Fatucchi

Liberi e uguali, la nuova formazione di Mdp, Sinistra italiana e Possibile, è appena nata ma in Toscana restano divisioni a sinistra. E intanto a Trieste Fratelli d’Italia riparte con un nuovo simbolo, con la fiamma, anche se qualcuno voleva toglierla.

Sul palco del congresso di Fratelli d’Italia a Trieste, accanto a Giorgia Meloni, spiccava la presenza del toscano Giovanni Donzelli. Ieri galvanizza­to, oggi senza voce. In realtà Fdi ha scelto di rimettere la «fiamma» del vecchio Msi di Giorgio Almirante, nel simbolo con cui si presenterà alle elezioni del 2018. Che Donzelli aveva chiesto di togliere, un anno fa.

«A me il nuovo simbolo piace molto — ribatte Donzelli, consiglier­e regionale — Avevo chiesto di superare i riferiment­i ad An: resta una continuità culturale, non c’è un richiamo al Msi nel simbolo». Beh, quella fiamma tanto diversa non lo è: «Mica ci vergogniam­o di quello che siamo: poi, è chiaro, quelle sono le radici. Io sono entrato prima della svolta di Fiuggi, il nostro è un appello ai patrioti, come abbiamo fatto a Trieste». Insomma, acqua passata. Anche perché ora c’è da pensare alla campagna elettorale.

Quali obiettivi avete? «Vincere!». E vincerete? «Siamo la forza trainante, l’abbiamo dimostrato con Pistoia, diamo al centrodest­ra la marcia in più per vincere. Ci sono tre ottimi sindaci in toscana di centrodest­ra: l’unico iscritto ad un partito è Alessandro Tomasi, a Pistoia, nostro tesserato. È il segnale del nostro radicament­o e di come siamo trascinant­i. In tanti si stanno avvicinand­o a noi, da eletti anche in consigli comunali. Ma anche la vittoria all’Abetone con Diego Petrucci non era scontata. Vi assicuro, non abbiamo litigato per avere noi i candidati: e se andiamo a rivotare a Pescia, sommessame­nte, è merito della battaglia di Fdi» contro l’ex sindaco Pd Oreste Giurlani.

Un quadro nel quale Fdi è galvanizza­ta perché pensa di vincere davvero, con l’alleanza assieme a Forza Italia e Lega. Ma la stessa segretaria, Giorgia Meloni, presa in braccio modello Berlinguer dal rientrato Crosetto, ha posto paletti a Forza Italia e Lega: soprattutt­o alla seconda, con una «riforma costituzio­nale che dica presidenzi­alismo e federalism­o patriottic­o». E qui, se Donzelli è stato diplomatic­o, mentre il deputato Achille Totaro è più diretto.

Totaro spiega che «d’altra parte siamo una coalizione, prevede che si abbiano idee diverse, altrimenti saremmo in un solo partito». Ma anche che «non so come fanno alcuni di destra ad andare verso movimenti politici che non hanno il patriottis­mo, l’unità italiana, il centro della loro azione».

Alcuni, però, esagerano, a destra, muovendosi come i naziskin di Como: un’azione, la loro, minimizzat­a dal leader della Lega Matteo Salvini: «Quello che dice Salvini, lo dice Salvini. I naziskin di Como hanno fatto solo un regalo alle cooperativ­e che lucrano sugli immigrati. Non hanno fatto un gesto di violenza: sono solo dei deficienti».

Tomasi, invece, pensa anche alle prossime amministra­tive, con l’obiettivo di ripetere il «modello Pistoia»: altri candidati Fdi per il centrodest­ra? «Quello sicurament­e sì, me lo auguro — risponde Tomasi — Ma la condizione base è che ci sia unità di intenti tra tutti i partiti». A livello locale, questo potrebbe non bastare: «L’appello è chiaro: se poi si avvicinano liste civiche non dobbiamo disdegnarl­e, anzi. Ma fondamenta­li sono le competenze per i candidati: la gavetta nelle istituzion­i e nel partito devono essere un valore aggiunto sul territorio. Sarebbe sbagliato calare un nome estraneo dall’alto. Io mi sono formato sui banchi del consiglio comunale». E poi ha vinto dopo quasi 70 anni di governo della sinistra, a Pistoia.

Il rapporto con gli alleati Totaro: «Siamo una coalizione, possono esserci idee diverse I naziskin di Como? Non sono stati violenti, ma sono dei deficienti»

 ??  ?? Guido Crosetto prende in braccio la segretaria confermata Giorgia Meloni al termine del congresso Fdi
Guido Crosetto prende in braccio la segretaria confermata Giorgia Meloni al termine del congresso Fdi
 ??  ?? Giovanni Donzelli Consiglier­e regionale
Giovanni Donzelli Consiglier­e regionale
 ??  ?? Alessandro Tomasi sindaco di Pistoia
Alessandro Tomasi sindaco di Pistoia
 ??  ?? Achille Totaro Deputato
Achille Totaro Deputato

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy