IL SE­GNO DI BIC SU TUT­TI I CAM­PI

Corriere Fiorentino - - Lungarno - di Ma­nue­la Ka­li­va­ci vi­te­vis­su­te@cor­rie­re­fio­ren­ti­no.it

Lo chia­ma­no tut­ti Bic. Per­ché scor­re ve­lo­ce e do­ve pas­sa la­scia un se­gno in­can­cel­la­bi­le, per­ché non ci so­no mac­chie lun­go il suo per­cor­so, per­ché ha la cor­tec­cia ro­bu­sta ma rac­chiu­de un ani­mo de­li­ca­to, per­ché è tra­spa­ren­te e quel­lo che ap­pa­re fuo­ri cor­ri­spon­de a ciò che ha den­tro, per­ché se gli dai una ma­no e lo gui­di nel­la giu­sta di­re­zio­ne rag­giun­ge qual­sia­si obiet­ti­vo. Lo chia­ma­no Bic, a Fi­ren­ze, Mi­la­no e Ca­ta­nia, da piaz­za Puc­ci­ni fi­no a via Ci­ba­li. E qui e lì lo chia­ma­no Bic, pri­ma Her­re­ra e poi Mas­si­mi­no, che con lui scri­vo­no i mi­glio­ri an­na­li del­le ri­spet­ti­ve car­rie­re. Lo chia­ma­no da più par­ti, ma Bic re­sta fe­de­le ai co­lo­ri che più a lun­go ri­ca­ri­ca­no le sue car­tuc­ce, ne­ro-az­zur­ro e ros­so-az­zur­ro, an­che se poi si sco­pre, e lui stes­so lo am­met­te, che me­sco­lan­do­li tut­ti in­sie­me, il ros­so, l’az­zur­ro e il ne­ro, vie­ne fuo­ri la sua ve­na na­tu­ra­le che è co­lor vio­la.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.