Il toa­st che man­ca­va e pa­zien­za se è un fran­chi­sing

Corriere Fiorentino - - Culture - Di Van­ni San­to­ni

Nor­mal­men­te dif­fi­do dei fran­chi­sing in cam­po ba­ri­sti­co, se non al­tro per­ché vie­ne me­no, e a pre­scin­de­re, l’ori­gi­na­li­tà; og­gi fac­cio tut­ta­via un’ec­ce­zio­ne per que­sto Ca­pa­toa­st che ha aper­to da po­co in piaz­za Ugo di To­sca­na. Nell’odier­na os­ses­sio­ne per il «food» in ge­ne­ra­le (per­ché poi non chia­mar­lo ci­bo, non si è ca­pi­to) e per lo «street food» in par­ti­co­la­re, si so­no vi­ste rein­ven­zio­ni di qua­lun­que co­sa, dal­le bru­schet­te agli spie­di­ni, dai waf­fel al­le pa­ta­te bol­li­te, e nes­su­no ave­va an­co­ra pen­sa­to al più so­brio e clas­si­co di es­si: il toa­st. Il più so­brio, più clas­si­co e an­che più ba­ri­sti­co. Quan­do an­co­ra non c’era la dittatura del ci­bo, dell’ape­ri­ti­vo o peg­gio che mai dell’ape­ri­ce­na, do­po il caf­fè la co­sa che «fa­ce­va più bar» era il toa­st. Ben­ve­nu­to al­lo­ra al toa­st bar fio­ren­ti­no, do­ve due fet­te di pan car­ré non con­ten­go­no so­lo pro­sciut­to cot­to e for­mag­gio – e pa­ce, per una vol­ta, se ne esi­sto­no al­tri 25 in tut­ta Ita­lia.

La gui­da

A Fi­ren­ze Ca­pa­toa­st Piaz­za Ugo di To­sca­na 23

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.