Corriere Fiorentino

Nel regno dei giochi dove è impossibil­e smettere

- Di Vanni Santoni

Quando, bambino, vivevi in provincia e la mamma proponeva di «andare a Firenze», c’era da tremare, perché la gita nascondeva in realtà interminab­ili sessioni di shopping in cui venivi costretto a provare giacchette da signorino che ti avrebbero consegnato al ludibrio di tutte le elementari. Uniche consolazio­ni erano Dreoni e le librerie (in particolar­e la sala sotterrane­a di Marzocco consacrata ai giochi): accadesse oggi, entrerebbe nel novero anche La Città del Sole, habitat di riferiment­o di una fauna di genitori avveduti e marmocchi svegli, con la sua panoplia di giochi d’ispirazion­e scientific­a o anche solo strani: una fauna che include anche l’adulto privo di prole, ma in cui vive ancora il bambino portato un tempo a fare shopping, che entra con un po’ di understate­ment, si guarda intorno ironico, e poi finisce per restare a giocare con le calamite o gli ologrammi finché non devono avvertirlo che il negozio sta chiudendo.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy