Corriere Fiorentino

Squadre di ricerca a terra e in volo, ma dell’elicottero scomparso nessuna traccia

- Simone Dinelli © RIPRODUZIO­NE RISERVATA

LUCCA Altra giornata di frenetiche ricerche senza esito, quella di ieri, per l’elicottero privato decollato giovedì mattina dall’aeroporto lucchese di Tassignano — nel comune di Capannori — e poi scomparso nel nulla dopo circa mezzora di volo quando, in linea teorica, si sarebbe dovuto trovare sull’Appennino tosco emiliano, a confine fra le province di Lucca e Modena.

Squadre a terra di entrambe le regioni del Soccorso Alpino, dei vigili del fuoco e della protezione civile, coadiuvate da elicotteri dell’Aeronautic­a militare, dell’elisoccors­o 118, dei pompieri stessi e della Guardia di finanza hanno battuto a piedi e sorvolato la zona già a partire dalle 6.30 del mattino e fino a sera sotto il coordiname­nto delle Prefetture di Lucca e Modena, senza però esito.

Le ricerche si sono concentrat­e soprattutt­o sui crinali dell’Appennino fra San Pellegrino in Alpe, in provincia di Lucca, e Pievepelag­o e Pavullo nel Frignano, nel modenese. E proprio alla cella di San Pellegrino in Alpe si è agganciato per l’ultima volta il cellulare del pilota Corrado Levorin, 33 anni e originario di Padova, l’uomo che si trovava ai comandi del velivolo di proprietà della società veneta Avio Srl e ingaggiato per l’occasione da Electric80, azienda emiliana ospite in questi giorni di un importante evento a Lucca dedicato al mondo

del tessile dal titolo «It’s tissue», che proprio ieri si è concluso come da programma.

E dalla fiera erano passati anche i 6 buyer — 4 di nazionalit­à turca e 2 libanesi — per poi muoversi, giovedì mattina, verso la provincia di Treviso, dove avrebbero dovuto visitare

uno dei due stabilimen­ti Roto Cart di proprietà della famiglia Gelain, per osservare un macchinari­o di ultima generazion­e prodotto da Electric80. Nel trevigiano, però, non sono mai arrivati. Senza che sia stato lanciato alcun segnale di allarme o richiesta d’aiuto dall’elicottero.

L’incertezza e l’angoscia per il destino di queste 7 persone ha avuto ripercussi­oni sul finale di «It’s tissue» e in generale sulle aziende del mondo del cartario, che ieri hanno annullato o modificato eventi da loro organizzat­i in segno di rispetto. È il caso della Faper Group Spa di Viareggio, che ha rimandato un’iniziativa pubblica annunciata da tempo, ma non solo. Diverse «open house» nelle aziende partecipan­ti alla fiera lucchese già programmat­e per ieri si sono svolte egualmente, ma con i macchinari spenti: i potenziali acquirenti (circa mille quelli provenient­i da tutto il mondo che hanno preso parte a «It’s tissue») hanno potuto visitarli, ma senza vederli in funzione.

 ?? ?? Vigili del fuoco Un elicottero in volo sulla zona degli Appennini tra Toscana ed Emilia Romagna
Vigili del fuoco Un elicottero in volo sulla zona degli Appennini tra Toscana ed Emilia Romagna
 ?? ?? Fuoristrad­a
Continuano le ricerche
Fuoristrad­a Continuano le ricerche

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy