Corriere Torino

Catalano, l’amore e un alter ego in giardino

Nel teatro all’aperto di Oulx va in scena «Tu che non sei romantica» il reading del «poeta vivente»

- Chiara Dalmasso

Che senso ha il successo quando manca l’amore? Si chiede Giacomo Canicossa, protagonis­ta del secondo romanzo di Guido Catalano, «Tu che non sei romantica», uscito per Rizzoli lo scorso febbraio e ideale continuazi­one di «D’amore si muore ma io no», l’esordio narrativo del 2016.

«Giacomo è il mio alter-ego: poeta profession­ista come me, anche lui vive storie d’amore sempre tragicomic­he e si diverte a raccontarl­e», rivela l’autore, al centro di un tour estivo che si intitola come il libro e che, da due mesi a

questa parte, lo sta portando su e giù per l’italia.

Dopo una breve incursione in terra sicula, fra Catania e Scicli, «Tu che non sei romantica» stasera farà tappa al Jardin d’la Tour di Oulx, per la seconda volta ospite di Borgate dal Vivo. «Soffro un po’ la sindrome del musicista: mi piace che ogni nuova uscita sia sostenuta da una tournée di presentazi­one», spiega Catalano. «Fuori dal museo dei social, che sono solo una vetrina, ricerco il contatto diretto con i lettori e ho bisogno di interagire con loro». E in questa occasione, l’interazion­e sarà intima, quasi a tu per tu: nel teatro a cielo aperto di Oulx (ad ingresso libero, a partire dalle 21), ci saranno solo Catalano, il suo microfono e il pubblico. Un reading a tutti gli effetti, senza musica o altri mezzi di supporto: «Oltre a raccontare alcuni capitoli della storia di Giacomo, proverò a farli dialogare con le mie poesie, ma sempre nell’intento di rompere la quarta parete con uno spettacolo ibrido, anticonven­zionale, che vive d’improvvisa­zione». Prevalente­mente poeta e performer, l’autore ha reso la declamazio­ne il suo mestiere, tanto che i suoi versi d’amore sono diventati negli anni un passaparol­a virale, che ha conquistat­o lettori di ogni età. La narrazione, invece, è quasi una novità: «Se di poesie ho scritto sette libri, con il romanzo ho avuto molte più difficoltà. “D’amore si muore ma io no” nacque da un’idea di Rizzoli, che mi propose di cimentarmi in qualcosa di diverso», aggiunge ancora Catalano, che ammette: «All’inizio non ero convinto, poi mi sono divertito. A tal punto da scriverne un sequel».

 ??  ?? Sul palco Il poeta Guido Catalano, 48 anni
Sul palco Il poeta Guido Catalano, 48 anni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy