Co­me usa­re il "mon­tag­gio" per at­ti­ra­re l’amo­re

Cosmopolitan (Italy) - - Youniverse -

“Se puoi so­gnar­lo, puoi far­lo”. C’è del ve­ro in que­sta fa­mo­sa fra­se di Walt Di­sney, per­ché la tua men­te ha ef­fet­ti­va­men­te un gran­de po­te­re. La psi­co­lo­ga clinica Me­la­nie Green­berg, au­tri­ce di The Stress-Proof

Brain, di­ce: «Ave­re una vi­sio­ne e pen­sar­ci con ot­ti­mi­smo può mo­ti­var­ci a es­se­re proat­ti­vi». E una re­cen­te ri­cer­ca di­mo­stra che quan­do im­ma­gi­ni qual­co­sa che vuoi – una pro­mo­zio­ne, ad­do­mi­na­li più to­ni­ci, o, sì, un com­pa­gno in­na­mo­ra­to – è più pro­ba­bi­le che tu tro­vi il mo­do di ot­te­ner­lo. Nel da­ting, que­sto at­teg­gia­men­to men­ta­le può aiu­tar­ti a in­qua­dra­re me­glio le ca­rat­te­ri­sti­che che un po­ten­zia­le part­ner do­vreb­be ave­re, orien­tan­do­ti even­tual­men­te su ti­pi più sen­si­bi­li o più com­pa­ti­bi­li con te. Un al­tro be­ne­fi­cio: ri­cor­re­re al "mon­tag­gio" ti po­treb­be evi­ta­re di im­pe­go­lar­ti in una sto­ria che non è giu­sta per te. Se ti ac­cor­gi su­bi­to che le co­se stan­no pren­den­do una pie­ga di­ver­sa da quel­la che vor­re­sti, puoi sfi­lar­ti sen­za per­der­ci trop­po tem­po. Co­mun­que, è es­sen­zia­le ri­ma­ne­re con i pie­di per ter­ra. «Fin­ché so­no bi­lan­cia­te da un sa­no rea­li­smo, le fan­ta­sti­che­rie pos­so­no es­se­re uti­li», di­ce la psi­co­lo­ga Pau­let­te Sher­man, au­tri­ce di Da­ting

From the In­si­de Out. Se al pri­mo ap­pun­ta­men­to ti ri­tro­vi a im­ma­gi­nar­ne un se­con­do, va be­nis­si­mo. Ma se già pen­si al no­me da da­re ai vo­stri bam­bi­ni, be’… ma­ga­ri stai un po’ esa­ge­ran­do.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.