9VIVITI

Cosmopolitan (Italy) - - Youniverse -

Z. «Per la du­ra­ta di una tan­da, il grup­po di tre tan­ghi che si bal­la­no con lo stes­so bal­le­ri­no, puoi sen­tir­ti in co­mu­ni­ca­zio­ne pro­fon­da e to­ta­le con l’al­tro, e poi ma­ga­ri non ve­der­lo mai più, e non c’è nul­la di ma­le: sei una per­so­na adul­ta, puoi con­ce­der­ti di sen­ti­re il cuo­re e il cor­po, le sue sen­sa­zio­ni. La don­na ora va in mi­lon­ga, la se­ra, an­che da so­la, co­me un tem­po fa­ce­va­no gli uo­mi­ni. Non vuo­le al­tre sto­rie: vuo­le so­lo sva­gar­si e bal­la­re». F. «Tra bal­le­ri­ni di tan­go si può crea­re una con­nes­sio­ne emo­ti­va, ol­tre quel­la “tec­ni­ca”. Il ba­ci­no è stac­ca­to, ma spes­so è a con­tat­to la zo­na del cuo­re, a vol­te si sen­te il bat­ti­to dell’al­tro. Per quei 10 mi­nu­ti, chi sta con te è al cen­tro del tuo mon­do, e tu del suo, e ti la­sci an­da­re com­ple­ta­men­te. Il co­di­ce tan­gue­ro pre­ve­de che la pri­ma tan­da si fac­cia col pro­prio part­ner, le al­tre con al­tri bal­le­ri­ni. Che si­gni­fi­ca? Che nel­la vi­ta bi­so­gna ave­re fi­du­cia. Ca­pi­re che non suc­ce­de nien­te se per die­ci mi­nu­ti en­tria­mo in con­nes­sio­ne con un’al­tra per­so­na, non si­gni­fi­ca cer­to tra­di­men­to, non met­te in cri­si la cop­pia. È so­lo co­mu­ni­ca­zio­ne, a un li­vel­lo di­ver­so. Ca­pi­ta, a noi co­me al nostro part­ner, che ci sia­no per­so­ne con cui ci re­la­zio­nia­mo pia­ce­vol­men­te e non dob­bia­mo sen­tir­ci in col­pa per que­sto. Con­di­vi­de­re un bal­lo non è con­di­vi­de­re la vi­ta».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.