Mar­co Pe­sci, Di­fly: «Pron­ti per il de­col­lo nel 2019»

Costozero - - Sezione Startup -

Ave­te ri­ce­vu­to ma­ni­fe­sta­zio­ni di in­te­res­se da par­te di in­ve­sti­to­ri ita­lia­ni e/o stra­nie­ri?

Le ma­ni­fe­sta­zio­ni di in­te­res­se so­no sta­te mol­te­pli­ci, da par­te sia di en­ti pub­bli­ci del ter­ri­to­rio, sia di gran­di com­pa­gnie del set­to­re ener­ge­ti­co e del­la si­cu­rez­za. Con al­cu­ne di que­ste sia­mo in con­tat­to per sta­bi­li­re una part­ner­ship in­du­stria­le che per­met­ta di co­pri­re i co­sti di in­ge­gne­riz­za­zio­ne e im­mis­sio­ne sul mer­ca­to ad ini­zio 2019. Per ades­so ci stia­mo con­cen­tran­do sul mer­ca­to ita­lia­no ed eu­ro­peo, ma ab­bia­mo avu­to ma­ni­fe­sta­zio­ni di in­te­res­se an­che da una com­pa­gnia sta­tu­ni­ten­se. Que­sto ci ha riem­pi­to di or­go­glio, in quan­to ri­te­nia­mo l'Ame­ri­ca un mer­ca­to for­te­men­te stra­te­gi­co a cau­sa del­la cre­scen­te esi­gen­za di si­cu­rez­za e del­la quan­ti­tà di oleo­dot­ti pre­sen­ti.

Nel vo­stro ca­so l'in­no­va­zio­ne è na­ta dal ten­ta­re nuo­ve stra­de o dall'aver mi­glio­ra­to l'esi­sten­te?

Nel no­stro ca­so l'in­no­va­zio­ne è na­ta co­me ri­spo­sta ad una for­te esi­gen­za del mer­ca­to che pro­po­ne in­nu­me­re­vo­li ap­pli­ca­zio­ni sen­za pe­rò tro­va­re ri­spo­ste sod­di­sfa­cen­ti. Ab­bia­mo, quin­di, stu­dia­to pre­gi e di­fet­ti di tut­ti i mi­glio­ri pro­dot­ti com­mer­cia­li e crea­to un pro­dot­to as­so­lu­ta­men­te uni­co nel suo ge­ne­re, dal con­te­nu­to tec­no­lo­gi­co al­tis­si­mo, an­che gra­zie al­le nu­me­ro­se col­la­bo­ra­zio­ni tec­ni­che che ab­bia­mo stret­to con cen­tri di ricerca e dit­te del no­stro ter­ri­to­rio. In­fat­ti è ra­ro ve­de­re un dro­ne con­ver­ti­pla­no, im­pos­si­bi­le ve­der­lo con le pre­sta­zio­ni di ELYSIA. Quan­do que­sto pro­get­to è par­ti­to non esi­ste­va­no an­co­ra i dro­ni con­ver­ti­pla­no, ora mol­te gros­se com­pa­gnie co­strut­tri­ci stan­no svi­lup­pan­do e te­sta­no il lo­ro pro­to­ti­po di ae­reo a de­col­lo ver­ti­ca­le. Que­sto ci met­te in guar­dia in quan­to i tem­pi di svi­lup­po per que­ste azien­de so­no ri­dot­ti ri­spet­to ai no­stri, ma al con­tem­po ci dà la con­fer­ma che la no­stra idea è vin­cen­te e ci spro­na a mi­glio­rar­la sem­pre più.

Cam­bia­men­to, crea­ti­vi­tà, ri­schio: qua­li di que­ste pa­ro­le ri­co­no­sce co­me sua at­ti­tu­di­ne?

Per­so­nal­men­te ri­ten­go che una per­so­na che vuo­le fa­re in­no­va­zio­ne e im­pre­sa deb­ba es­se­re un con­cen­tra­to di que­ste tre ca­rat­te­ri­sti­che. Per crea­re qual­co­sa di nuo­vo, cre­do che una spic­ca­ta crea­ti­vi­tà deb­ba es­se­re la ba­se su cui far cre­sce­re al­tre at­ti­tu­di­ni co­me l'ascol­to e la ca­pa­ci­tà di ana­liz­za­re ra­zio­nal­men­te ciò che ci cir­con­da. Più si pe­ne­tra nel mer­ca­to dif­fon­den­do il pro­dot­to, più si cam­bia il mo­do di pen­sa­re e agi­re del­le per­so­ne e quan­do si sa­rà re­so pos­si­bi­le qual­co­sa che pri­ma non lo era, al­lo­ra si po­trà di­re di aver fat­to in­no­va­zio­ne. In­no­va­zio­ne uti­le.

Il fu­tu­ro per Di­fly è…

DI­FLY è com­po­sta uni­ca­men­te da so­gna­to­ri ati­pi­ci; ati­pi­ci per­ché spes­so un sogno ri­ma­ne ta­le, men­tre noi ab­bia­mo un pia­no per rea­liz­zar­lo. Stia­mo la­vo­ran­do af­fin­ché DI­FLY sia un esem­pio ita­lia­no di suc­ces­so. In un pe­rio­do in cui si par­la uni­ca­men­te di "cer­vel­li" che van­no all'este­ro, azien­de "fio­re all'oc­chiel­lo" ce­du­te a com­pa­gnie stra­nie­re, noi vor­rem­mo es­se­re il trai­no per la ri­na­sci­ta dell'in­no­va­zio­ne Ma­de in Ita­ly e dei pro­dot­ti di ec­cel­len­za ita­lia­na.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.