Tic tac tic tac, tra po­co la sve­glia per il M5S

Dire Oggi - - Da Prima Pagina - Di Ni­co Per­ro­ne

RO­MA - In Abruz­zo è la Le­ga che ha stra­vin­to. Al­le scor­se re­gio­na­li del 2014 nem­me­no era pre­sen­te. Sta­vol­ta da so­la ha pre­so 164mi­la vo­ti ed è di­ven­ta­ta il pri­mo par­ti­to con ol­tre il 27%. Ep­pu­re il lea­der Mat­teo Sal­vi­ni non è pas­sa­to all'in­cas­so. Ha det­to che è so­lo un vo­to re­gio­na­le ma, e qui sta l'av­vi­so re­ca­pi­ta­to al M5S, al­tra co­sa sa­ran­no le ele­zio­ni Eu­ro­pee a fi­ne mag­gio. Per­ché se la Le­ga di­ven­te­rà uf­fi­cial­men­te il pri­mo par­ti­to di­stac­can­do il M5S, al­lo­ra do­vran­no ne­ces­sa­ria­men­te cam­bia­re gli equilibri den­tro il go­ver­no. Al­tri­men­ti per­ché ar­ri­va­re pri­mi se nul­la cam­bia? L'oriz­zon­te per i "gril­li­ni" è ne­ro. Ri­spet­to al­le po­li­ti­che di un an­no fa in Abruz­zo di­mez­za­no la per­cen­tua­le pas­san­do dal 40% al 20%. Già si le­va­no vo­ci den­tro il mo­vi­men­to con­tro l'al­lean­za con la de­stra: per­ché ri­ma­ne­re al­lea­ti con la Le­ga vi­sto che non pa­ga? Nel cen­tro­de­stra, vin­cen­te, non c'è sta­to l'ef­fet­to Ber­lu­sco­ni: For­za Ita­lia sì è di­mez­za­ta pas­san­do da 110mi­la a 54mi­la vo­ti, tut­ti an­da­ti al­la Le­ga. Nel cen­tro­si­ni­stra, l'al­lean­za lar­ga co­strui­ta dal can­di­da­to del Pd rag­giun­ge il se­con­do po­sto col 32%. Ma se guar­dia­mo i nu­me­ri as­so­lu­ti all'ap­pel­lo man­ca­no 100mi­la vo­ti ri­spet­to al 2014. Il la­vo­ro da fa­re è an­co­ra mol­to.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.