"Un eschi­me­se in Amaz­zo­nia" a Na­po­li Al Bel­li­ni i mar­gi­ni dei con­te­sti so­cia­li

Dire Oggi - - News -

NA­PO­LI - C'è tem­po fi­no a do­me­ni­ca per ve­de­re al Pic­co­lo Bel­li­ni di Na­po­li lo spet­ta­co­lo Un eschi­me­se in Amaz­zo­nia, idea­to da Liv Fer­rac­chia­ti e vin­ci­to­re del Pre­mio Sce­na­rio 2017. L'eschi­me­se è una per­so­na tran­sgen­der che si con­fron­ta con la so­cie­tà, qui rap­pre­sen­ta­ta dal Co­ro, ri­co­no- sci­bi­le per la ge­stua­li­tà mec­ca­ni­ca, le idee con­for­mi al­la nor­ma e quel suo par­la­re sem­pre all'uni­so­no. Di cer­to, per chi si è po­sto nel­lo spa­zio di con­fi­ne tra i ge­ne­ri, c'è sta­to un pe­rio­do an­co­ra più buio di que­sto, quan­do pa­ro­le co­me tran­sgen­der o gen­der va­riant an­co­ra non esi­ste­va­no e ci si ar­ran­gia­va con il più sprez­zan­te "tra­ve­sti­to". Ma, per ri­pren­de­re Fe­de­ri­co II, re di Prus­sia, «se i miei sol­da­ti co­min­cias­se­ro a pen­sa­re, nes­su­no ri­mar­reb­be nel­le mie fi­le».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.