Sul­la Tav tut­to rimandato a ve­ner­dì Con­te as­si­cu­ra: «Il Go­ver­no non ca­drà»

Dire Oggi - - Da Prima Pagina - Di Ro­ber­to An­to­ni­ni

ROMA - Tut­to rimandato a ve­ner­dì. Uscen­do da Pa­laz­zo Chi­gi, Giu­sep­pe Con­te ha fat­to sa­pe­re che la de­ci­sio­ne fi­na­le sa­rà pre­sa so­lo sul­la ba­se dell'Ana­li­si co­sti e be­ne­fi­ci. In­som­ma, «non pe­se­ran­no pre­giu­di­zi e in­te­res­si par­ti­ti­ci o di mo­vi­men­to - ha det­to il pre­mier - Ri­spet­to le po­si­zio­ni di Le­ga e M5S ma sa­rò ga­ran­te che que­ste po­si­zio­ni pre­giu­di­zia­li non pe­si­no sul ta­vo­lo». Per l'in­qui­li­no di Pa­laz­zo Chi­gi og­gi non era pos­si­bi­le de­ci­de­re sui ban­di Telt, che do­vran­no es­se­re ema­na­ti en­tro l' 11 mar­zo, ma «pen­sia­mo di de­ci­de­re pri­ma di lu­ne­dì», ha pre­ci­sa­to. E il Go­ver­no, per cui l'ope­ra fer­ro­via­ria è un ve­ro e pro­prio cu­neo tra Le­ga e M5S? «Per­ché do­vreb­be ri­schia­re di ca­de­re? Pos­so ga­ran­ti­re che pren­de­re­mo una de­ci­sio­ne per tu­te­la­re l'in­te­res­se na­zio­na­le, di tut­ti i cit­ta­di­ni», ha ras­si­cu­ra­to Con­te. «Quin­di il Go­ver­no non può ca­de­re».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.