Al­ta ve­lo­ci­tà Torino-Lio­ne, Telt va avan­ti Il pre­mier Con­te: «Non sia un'os­ses­sio­ne»

Dire Oggi - - Da Prima Pagina - Di Lu­ca Mon­ti­cel­li

RO­MA - La Tav non è una «os­ses­sio­ne» per­ché c'è un pro­ble­ma più gran­de: «la ri­pre­sa dell'Ita­lia». Pa­ro­la del pre­si­den­te del Con­si­glio, Giu­sep­pe Con­te, che ha ri­pe­tu­to il man­tra de­gli ul­ti­mi gior­ni: ri­lan­cia­re le in­fra­strut­tu­re, apri­re i can­tie­ri e far ri­par­ti­re gli ap­pal­ti. La ri­pre­sa non di­pen­de dal­la Tav, ha ri­ba­di­to il pre­mier. La pen­sa di­ver­sa­men­te il com­mis­sa­rio eu­ro­peo, Pier­re Mo­sco­vi­ci, che in­vi­ta l'Ita­lia a va­lu­ta­re be­ne il progetto del­la Torino-Lio­ne. «È un gran­de progetto strut­tu­ra­le, im­por­tan­te per l'Eu­ro­pa, la Fran­cia e l'Ita­lia, mo­ti­vo per cui so­no sta­ti de­ci­si im­por­tan­ti fi­nan­zia­men­ti eu­ro­pei», ha det­to. In­tan­to og­gi il Con­si­glio di am­mi­ni­stra­zio­ne di Telt, la so­cie­tà ita­lo fran­ce­se che sta rea­liz­zan­do i la­vo­ri, da­rà il via li­be­ra al­le ma­ni­fe­sta­zio­ni di in­te­res­se per i ban­di del tun­nel per un va­lo­re di 2,3 mi­liar­di di eu­ro. Al­tre cri­ti­che ar­ri­va­no dal­la Con­fin­du­stria, che re­sta scet­ti­ca sul­le con­clu­sio­ne dell'ana­li­si co­sti be­ne­fi­ci: «È li­mi­ta­ta, serve uno stu­dio più am­pio».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.