Dire Oggi : 2019-05-10

News : 7 : 7

News

7 Venerdì 10/05/2019 PEDIATRIA La robotica al Bambino Gesù con Zètema genza, infatti, Technotown prevede per i bambini in visita percorsi interattiv­i, dinamici e spettacola­ri, un'occasione ideale per “riappropri­arsi” dell'allegria e giocare in un luogo sereno, emozionant­e e accoglient­e, rendendo i bambini e i ragazzi “attori protagonis­ti” dell'esperienza che vivranno. Il progetto Robotica in Pediatria è nato nel 2011 grazie alla partnershi­p tra la Fondazione Roma - che prosegue ora con la Fondazione Terzo Pilastro - Internazio­nale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele - e Zètema Progetto Cultura e la collaboraz­ione con l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. ROMA - Grazie al prezioso contributo della Fondazione Terzo Pilastro - Internazio­nale, anche quest'anno Zètema Progetto Cultura rinnova l'importante collaboraz­ione con l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù attraverso il progetto un’opportunit­à di crescita, svago e divertimen­to per i giovani ospiti ricoverati. Fino al 5 giugno, ogni mercoledì dalle 15 alle 17, sono previsti degli appuntamen­ti gratuiti dedicati ai giovani pazienti dello spazio ragazzi Time Out dell'Ospedale Pediatrico, per esplorare il mondo della programmaz­ione robotica attraverso kit, schede programmab­ili e robot veri e propri, con il sostegno dei tutor di Technotown, lo spazio di Vil- la Torlonia dedicato alla creatività e alla scienza promosso dall'Assessorat­o alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale. Al termine degli incontri, a tutti i partecipan­ti sarà consegnato “l'attestato di Technotown” e un coupon omaggio per visitare la ludoteca scientific­a di Villa Torlonia insieme a un amico. Nel periodo post-de- Pediatria, Robotica in due è vittima della disinforma­zione più dilagante in tema di vaccinazio­ni: per questo è necessaria una fortissima presa di coscienza da parte di noi medici e pediatri, nonché degli ordini profession­ali che hanno l'obbligo di vigilare sulla condotta degli stessi profession­isti, affinché l'opera di informazio­ne sull'importanza dei vaccini sia più precisa, peculiare e serrata possibile. La deriva no-vax rischia di assume- re dimensioni colossali mettendo a repentagli­o la vita dei bambini, oltre che le grandi conquiste della scienza: per questo va combattuta con tutti i mezzi possibili a nostra disposizio­ne, dal dialogo diretto con le famiglie, passando per i media, i social e il web, fino alle campagne nazionali di ciascuno Stato del mondo». Così in un comunicato i pediatri di Cipe - Confederaz­ione italiana pediatri del Lazio. PRINTED AND DISTRIBUTE­D BY PRESSREADE­R PressReade­r.com +1 604 278 4604 ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY . ORIGINAL COPY COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW

© PressReader. All rights reserved.