A Ba­ri pro­te­sta in piaz­za per i la­vo­ra­to­ri del mon­do del gio­co

Dire Oggi - - Regioni - Di Al­ba Di Pa­lo

BA­RI - «Il la­vo­ro non si toc­ca», ur­la­no. «Se per­dia­mo noi, vin­ce la cri­mi­na­li­tà», è su uno stri­scio­ne. «Di­fen­dia­mo 150mi­la la­vo­ra­to­ri del gio­co di Sta­to», si leg­ge sui car­tel­li che strin­go­no fra le ma­ni men­tre dan­no fia­to a fi­schiet­ti. So­no i rap­pre­sen

tan­ti dei la­vo­ra­to­ri del mon­do del gio­co d'az­zar­do, sa­le slot, scom­mes­se e lot­te­rie che chie­do­no la tu­te­la del lo­ro po­sto di la­vo­ro. Pro­te­sta­no per­ché ve­do­no in bi­li­co il fu­tu­ro lo­ro e del­le lo­ro fa­mi­glie. Og­gi si è svol­to un pre­si­dio nell'area an­ti­stan­te l'in­gres­so del­la se­de del Con­si­glio re­gio­na­le pu­glie­se a Ba­ri. A or­ga­niz­zar­lo i sin­da­ca­ti di ca­te­go­ria: Fil­cams Cgil, Fi­sa­scat e Uil­tucs. Nell'ot­to­bre scor­so l'as­sem­blea re­gio­na­le ha con­ces­so la pro­ro­ga se­me­stra­le per la sca­den­za del­le li­cen­ze ri­la­scia­te pri­ma del­la leg­ge del 2013. La pro­ro­ga sta per sca­de­re, il pros­si­mo 13 giu­gno, e nul­la è sta­to fat­to. Inol­tre i la­vo­ra­to­ri chie­do­no di ri­ve­de­re il di­stan­zio­me­tro, il di­vie­to di in­stal­la­re pro­dot­ti di gio­co en­tro 500 mt da scuo­le o ospe­da­li.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.