Sei me­si di ma­ter­ni­tà re­tri­bui­ta In un'azien­da ugan­de­se ades­so si può

Dire Oggi - - Esteri - Di Vin­cen­zo Giar­di­na

ROMA - Sei me­si di ma­ter­ni­tà re­tri­bui­ta, il tri­plo di quan­to pre­vi­sto da­gli ob­bli­ghi di leg­ge, e pu­re un me­se per i neo pa­pà: li pre­ve­de un re­go­la­men­to ap­pro­va­to in que­sti gior­ni in Ugan­da da un'azien­da pri­va­ta pro­dut­tri­ce di bir­ra. Se­con­do l'at­ti­vi­sta Ma­nue­la Pa­cu­tho, in­ter­vi­sta­ta dal­la stam­pa lo­ca­le, il cam­bia­men­to del­le nor­me è «una de­ci­sio­ne me­ra­vi­glio­sa» e do­vreb­be ispi­ra­re pas­si ana­lo­ghi da par­te di al­tre im­pre­se. L'azien­da, Ugan­da Brewe­ries Li­mi­ted (Ubl), è la fi­lia­le lo­ca­le del­la mul­ti­na­zio­na­le Dia­geo. Sei me­si di ma­ter­ni­tà re­tri­bui­ta rap­pre­sen­ta­no una no­vi­tà sia in Ugan­da che nell'Afri­ca orien­ta­le nel suo com­ples­so. In Tan­za­nia, ad esem­pio, il pe­rio­do di as­sen­za dal la­vo­ro co­mun­que pa­ga­to non su­pe­ra i tre me­si. Al­le neo mam­me è poi per­mes­so di rien­tra­re part-ti­me, per­ce­pen­do lo sti­pen­dio in­te­ro. Sti­me dell'agen­zia spe­cia­liz­za­ta Un Wo­men, ri­lan­cia­te dal­la stam­pa ugan­de­se, in­di­ca­no che nei Pae­si po­ve­ri o in via di svi­lup­po fi­no al 95 per cen­to del­le don­ne la­vo­ra­tri­ci so­no im­pie­ga­te nel set­to­re in­for­ma­le, do­ve non esi­sto­no tu­te­le le­ga­li o mec­ca­ni­smi di pro­te­zio­ne so­cia­le.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.