Den­tro al M5S c'è chi la­vo­ra per Sal­vi­ni: Pron­ti per l'ora "X", ec­co quan­do il Go­ver­no ca­drà

Dire Oggi - - Da Prima Pagina - Di Ni­co Per­ro­ne

RO­MA - Or­mai è guer­ra di lo­go­ra­men­to. Nei Pa­laz­zi del­la po­li­ti­ca ba­sta par­la­re con que­sto o quel par­la­men­ta­re per ascol­ta­re sce­na­ri de­gni del mi­glior th­ril­ler. Il rac­con­to più av­vin­cen­te ri­guar­da il M5S, do­ve die­tro le quin­te c'è una guer­ra di tut­ti con­tro tut­ti. Obiet­ti­vo il Ca­po po­li­ti­co, Lui­gi Di Ma­io, che or­mai in mol­ti vor­reb­be­ro in­gab­bia­re den­tro al mi­ni­ste­ro de­gli Este­ri. Si par­la del­la im­mi­nen­te na­sci­ta del 'par­ti­to dei pro­fes­so­ri', che spin­ge­reb­be per ri­tor­na­re al­le ori­gi­ni del Mo­vi­men­to. C'è poi lo sce­na­rio più in­quie­tan­te: una quin­ta co­lon­na le­ghi­sta, che in mol­ti in­di­ca­no con no­me e co­gno­me ("in­cre­di­bi­le,

Di Ma­io si fi­da cie­ca­men­te di lui") fat­ta ar­ri­va­re a suo tem­po nel Mo­vi­men­to per at­ti­var­si al mo­men­to giu­sto, quan­do il lea­der Mat­teo Sal­vi­ni da­rà l'or­di­ne. Qua­le? Quel­lo di por­ta­re un grup­pet­to di se­na­to­ri 'gril­li­ni' con la Le­ga per met­te­re in mi­no­ran­za e far ca­de­re il Go­ver­no. An­che la da­ta sem­bra de­ci­sa: per Sal­vi­ni do­vreb­be ar­ri­va­re pri­ma del rin­no­vo del­le cen­ti­na­ia di no­mi­ne che il Go­ver­no do­vreb­be fa­re a mar­zo. An­che nel Pd or­mai le ac­que so­no su­pe­ra­gi­ta­te. Si par­la di una de­ci­sio­ne già pre­sa, quel­la di stac­ca­re la spi­na su­bi­to do­po le ele­zio­ni re­gio­na­li in Emi­lia-Ro­ma­gna e Ca­la­bria a fi­ne gen­na­io. A pre­scin­de­re dal ri­sul­ta­to dell'Emi­lia-Ro­ma­gna: il cen­tro­si­ni­stra bat­te­rà la Le­ga? Al­lo­ra si po­trà spin­ge­re sul vo­to na­zio­na­le per­ché sa­rà chia­ro che Sal­vi­ni si può scon­fig­ge­re; si per­de? Al­lo­ra si po­trà dram­ma­tiz­za­re la chia­ma­ta al­le ur­ne per fer­ma­re l'on­da­ta del­la de­stra so­vra­ni­sta che vuol cam­bia­re la Co­sti­tu­zio­ne in sal­sa pre­si­den­zia­li­sta ed eleg­ge­re un 'Trump' al Qui­ri­na­le. Que­sta l'aria che si re­spi­ra e che, al­la fi­ne, po­treb­be ve­ra­men­te ren­de­re sem­pre più ve­le­no­so il cli­ma e il rap­por­to den­tro le for­ze po­li­ti­che. Una pro­spet­ti­va che sem­bra spa­ven­ta­re Mat­teo Ren­zi, lea­der di Ita­lia Vi­va, se­con­do il qua­le «il vo­to an­ti­ci­pa­to sa­reb­be un sui­ci­dio di mas­sa». Cer­ta­men­te Ita­lia Vi­va «spa­ri­reb­be», di­co­no den­tro al Pd.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.