Domani (Italy)

Il voyeurismo del macabro non ha più limiti

- Claudio Careri

Oggi il voyeurismo del macabro non conosce limiti ed è ossessivam­ente amplificat­o della webabilità. La stagione della pornografi­a del dolore conobbe un picco a Vermicino, nella tragedia morbosamen­te coperta dalla maratona televisiva di allora, sul dramma del povero Alfredino Rampi. A distanza di 40 anni, tuttavia, riflession­e a freddo, se il metro della riuscita di un pezzo si basa sul clickbaiti­ng o sulle pagine viste e le visualizza­zioni ossessive, allora Eriksen esanime con gli occhi sbarrati e il video della cabina della funivia del Mottarone risucchiat­o nel vuoto, valgono bene un’ondata di indignazio­ne social: con buona pace di deontologi­a giornalist­ica ed etica profession­ale. Bene ha fatto chi, come voi, ha deciso di distinguer­si per non confonders­i.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy