BIAN­CA guar­da LON­TA­NO

IL FU­TU­RO È FEM­MI­NA, PER LA TOP BIAN­CA BALTI. AL DE­BUT­TO CO­ME STI­LI­STA CON UNA COLLEZIONE SOLIDAL-CHIC

ELLE (Italy) - - Buzz / New Economy - di Fe­de­ri­ca Fio­ri

«Per­ché mai, mi so­no det­ta, una che di so­li­to si met­te co­se fat­te be­ne,

sce­glie le fi­bre na­tu­ra­li ed è at­ten­ta al­la qua­li­tà dei tes­su­ti, quan­do re­sta in­cin­ta de­ve per for­za ar­ren­der­si al jer­sey?». Il con­cept crea­ti­vo che ha con­dot­to la top ita­lia­na Bian­ca Balti a lan­cia­re la sua pri­ma (e so­ste­ni­bi­le) collezione da sti­li­sta – una cap­su­le pre­ma­man dal no­me evo­ca­ti­vo, Rei­nas­san­ce – è di una sem­pli­ci­tà di­sar­man­te. Ma cal­za a pennello sul suo tar­get di ri­fe­ri­men­to, le gio­va­ni don­ne co­me lei, che in­sie­me al­le gio­ie del­la ma­ter­ni­tà (ri)sco­pro­no an­che una mag­gio­re at­ten­zio­ne all’am­bien­te, nel no­me dei fi­gli (due bim­be, di 3 e 12 an­ni) e del ca­no­ni­co fu­tu­ro mi­glio­re. «Ho vo­lu­to que­sto no­me per­ché la gra­vi­dan­za rap­pre­sen­ta l’idea di ri­na­sci­ta e per­ché que­sto è un ca­pi­to­lo nuo­vo del­la mia vi­ta», spie­ga. Ma so­no sta­te le scel­te suc­ces­si­ve, ina­nel­la­te stra­da fa­cen­do, a con­dur­re Bian­ca ver­so il cô­té più in­no­va­ti­vo del suo pro­get­to: «Di fron­te all’idea di far pro­dur­re le stof­fe o uti­liz­zar­ne di già esi­sten­ti e non più com­mer­cia­liz­za­bi­li, per­ché ri­dot­te a pez­za­tu­re mi­ni­me», di­ce, «non ho avu­to dub­bi: la se­con­da op­zio­ne ha re­so tut­to più di­ver­ten­te e al con­tem­po più esclu­si­vo. Quan­do in­fi­ne mi so­no re­sa con­to che avrei po­tu­to pro­se­gui­re su que­sta stra­da, non c’era mo­ti­vo per non far­lo». E non so­lo per­ché «i ve­sti­ti di que­sta collezione so­no fat­ti per du­ra­re: non puoi sen­tir­ti so­ste­ni­bi­le se sai a prio­ri che in­dos­se­rai un ca­po so­lo per no­ve me­si», ma an­che per­ché, es­sen­do ogni pez­zo pro­dot­to a Los An­ge­les, do­ve vi­ve da tem­po, «i sa­la­ri del­le la­vo­ra­tri­ci so­no ga­ran­ti­ti e gli abi­ti ven­go­no rea­liz­za­ti in spa­zi con­for­te­vo­li e 100 per cen­to fem­mi­ni­li, ge­sti­ti da don­ne». Il fu­tu­ro, pre­ve­di­bil­men­te, sa­rà an­co­ra più fem­mi­na: «Sto pen­san­do al­le ho­me­less in­cin­te, vor­rei coin­vol­ger­le nel­la pro­du­zio­ne», ag­giun­ge con il pi­glio di chi sa man­te­ne­re gli im­pe­gni. Ben fat­to, Bian­ca. Sia­mo già in tre­pi­da at­te­sa.

Ie­ri og­gi e do­ma­ni Nel­le due fo­to a de­stra, Bian­ca al la­vo­ro nel suo ate­lier. A la­to, due boz­zet­ti in esclu­si­va e, so­pra, un mo­del­lo del brand Bian­ca Balti Ma­ter­ni­ty, inau­gu­ra­to con la collezione Rei­nas­san­ce. Ogni mo­del­lo ha le cu­lot­te in com­bo. In al­to. Con le fi­glie Mia, in grem­bo, e Ma­til­de.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.