UN­DER 17 AL­LE­NA­TO­RE Mau­ro Na­ta­li­ni 3-5-2

Gazzetta Regionale - - I NOSTRI SPECIALI - S. S.

Il di­scor­so è sem­pli­ce: in un set­to­re gio­va­ni­le più si ana­liz­za­no le ca­te­go­rie più bas­se, mag­gio­re è il nu­me­ro di ta­len­ti. Po­tre­te im­ma­gi­na­re, al­lo­ra, la no­stra dif­fi­col­tà nel se­le­zio­na­re l'un­di­ci migliore di que­sto tur­no d'an­da­ta. Ab­bia­mo su­da­to set­te ca­mi­cie ma ce l'ab­bia­mo fat­ta, quin­di ec­co il no­stro 3-4-1-2 di que­sta pri­ma par­te. In por­ta Del­la Sa­la, uno che si fa sen­ti­re in area e ci met­te la ma­no­na quan­do ser­ve. La di­fe­sa po­co da di­re, gi­gan­teg­gia: Me­lis-Pin­ga­ro-Pa­squaz­zi non fa­reb­be­ro pas­sa­re nean­che una mo­sca. Po­co fi­si­co, ma ma­le­det­ta­men­te tec­ni­co il no­stro cen­tro­cam­po: al cen­tro Ga­gliar­di e Pe­ra per la se­rie “fan­ta­sia al po­te­re” men­tre su­gli ester­ni le no­stre frec­ce si chiamano Ve­ne­zia­ni e Mer­cu­rio, che avran­no il dop­pio com­pi­to di di­fen­de­re e at­tac­ca­re con con­ti­nui­tà. Sul­la tre­quar­ti agi­rà Riz­zo, che fa dell'im­pre­ve­di­bi­li­tà il suo pun­to di for­za, e spes­so ti­re­rà fuo­ri il co­ni­glio dal ci­lin­dro. Ma­ga­ri un bell'as­si­st in di­re­zio­ne dei due no­stri at­tac­can­ti. Pro­va­te a im­ma­gi­nar­li nel­la stes­sa squa­dra. Da una par­te Cre­spi, l'uo­mo dai gol im­pos­si­bi­li, con un ta­len­to straor­di­na­rio nel tro­va­re la por­ta da qual­sia­si po­si­zio­ne. Dall'al­tra Ar­cie­ro, un car­ro ar­ma­to im­pla­ca­bi­le, una ve­ra mac­chi­na da gol. Ne usci­reb­be fuo­ri un at­tac­co ato­mi­co. Chiu­dia­mo in­fi­ne con il tec­ni­co. Qui non ab­bia­mo avu­to dub­bi. Ric­car­do Con­tal­do sta ti­ran­do fuo­ri dav­ve­ro il mas­si­mo dal grup­po 2004 che, a no­stro giu­di­zio, for­se non è nean­che il più for­te dei due gironi. Tre­di­ci vit­to­rie su quin­di­ci par­ti­te: se i nu­me­ri par­las­se­ro ci da­reb­be­ro ra­gio­ne... Ales­san­dro Del­la Sa­la (Por­tie­re – Ur­be­te­ve­re) Scel­ta fa­ci­le in que­sto ca­so. Por­tie­re del­la Rap­pre­sen­ta­ti­va e del­la squa­dra me­no bat­tu­ta in campionato. Tra i pa­li, l'Ur­be­te­ve­re ha una cer­tez­za: Ales­san­dro Del­la Sa­la.

Den­nis Me­lis (Dif. Cen­tr. – Atle­ti­co 2000) Fa del­la po­ten­za un gran­de pun­to di for­za, abi­le nell'uno con­tro uno. È lui il pun­to di ri­fe­ri­men­to per la di­fe­sa bian­co­ros­sa: i mar­gi­ni di mi­glio­ra­men­to so­no dav­ve­ro im­por­tan­ti.

Si­mo­ne Pin­ga­ro (Dif. Cen­tr. – Tor Tre Te­ste) Una pri­ma me­tà di sta­gio­ne da in­cor­ni­cia­re per il cen­tra­le ros­so­blu. Sem­pre pre­sen­te, gran­de spi­ri­to di sa­cri­fi­cio e non so­lo. Lui è il clas­si­co di­fen­so­re go­lea­dor.

Ales­san­dro Pa­squaz­zi (Dif. Cen­tr. – Apri­lia Ra­cing) Le ron­di­nel­le stan­no vo­lan­do or­mai da di­ver­so tem­po. Una squa­dra ci­ni­ca, con­cre­ta, le­ta­le. Die­tro pe­rò c'è una cer­tez­za ed è Pa­squaz­zi. Ul­ti­mo ba­luar­do del­la di­fe­sa.

Mat­teo Ve­ne­zia (Cen­tr. De­stro – Tra­ste­ve­re) È la scom­mes­sa de­gli ama­ran­to e non è un ca­so: Ve­ne­zia ha stu­pì­to con l'Au­re­lio e ades­so è pron­to a pren­der­si an­che il Tra­ste­ve­re. Nel­le pri­me ga­re già sta di­mo­stran­do il suo po­ten­zia­le.

Mat­tia Ga­gliar­di (Cen­tr. Cen­tra­le – Vi­gor Per­con­ti) Il fu­ret­to fa quel­lo che gli rie­sce me­glio: spac­ca­re le par­ti­te. Par­te da cen­tro­cam­po ma ha la mas­si­ma li­ber­tà di sva­ria­re gra­zie al­la sua qua­li­tà. As­si­st-man e go­lea­dor: com­ple­to. Pie­tro Pe­ra (Cen­tr. Cen­tra­le - Ur­be­te­ve­re) Gio­ca­to­re im­pre­scin­di­bi­le per il grup­po gial­lo­blu. Testa al­ta, vi­sio­ne di gio­co e un pie­de dav­ve­ro in­te­res­san­te. Da lui par­te ogni azio­ne pe­ri­co­lo­sa del­la squa­dra di Bar­ba.

Fran­ce­sco Mer­cu­rio (Cen­tr. Si­ni­stro - Tor Tre Te­ste) Del­la gran­de ca­val­ca­ta dell'un­di­ci del Can­dia­ni, Mer­cu­rio è si­cu­ra­men­te tra quel­li che sta fa­cen­do me­glio. Ester­no, può gio­ca­re su en­tram­be le fa­sce; se ti pun­ta puoi star­ne cer­to... ti sal­te­rà!

Edoar­do Riz­zi (Tre­quar­ti­sta – Pol. Car­so) Chi lo ha vi­sto gio­ca­to­re se ne sa­rà si­cu­ra­men­te in­na­mo­ra­to. Clas­si­co nu­me­ro 10 dai nu­me­ri ge­nia­li. Gli man­ca quel­la giu­sta con­ti­nui­tà per fa­re il de­fi­ni­ti­vo sal­to di qua­li­tà. Po­ten­zia­le enor­me.

Va­le­rio Cre­spi (At­tac­can­te – Sa­vio) È il gran­de col­po dell'esta­te. Sta fa­cen­do fa­vil­le in ma­glia blues, rea­liz­zan­do gol ai li­mi­te del pos­si­bi­le. Ro­ve­scia­te, ti­ri al vo­lo. Di testa, di pie­de. Che al­tro dob­bia­mo ag­giun­ge­re? Gio­ca­to­re paz­ze­sco.

Mau­ro Ar­cie­ro (At­tac­can­te – Ur­be­te­ve­re) La po­ten­za fi­si­ca e una bel­la pro­gres­sio­ne pal­la al pie­de lo ren­do­no dav­ve­ro dif­fi­ci­lis­si­mo da mar­ca­re. L'ar­ma in più di que­sta Ur­be­te­ve­re: do­ve c'è Ar­cie­ro... c'è gol.

Ric­car­do Con­tal­do (Al­le­na­to­re – Tor Tre Te­ste) Si­gno­ri, ba­sta guar­da­re la clas­si­fi­ca per ca­pi­re che ti­po di campionato stan­no fa­cen­do i ros­so­blù. For­se non è il team più for­te del­la ca­te­go­ria ep­pu­re, nu­me­ri al­la ma­no, nes­su­no è co­me la Tor Tre Te­ste.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.