Dav­ve­ro “leg­ge­re” un car­tel­lo sul­le no­stre stra­de è sem­pre più dif­fi­ci­le?

Se­con­do gli esper­ti di in­for­tu­ni­sti­ca stra­da­le, me­tà dei car­tel­li è fuo­ri­leg­ge. e lo sta­to del­le stra­de cau­sa il 60 per cen­to de­gli in­ci­den­ti. La si­tua­zio­ne è co­sì gra­ve?

GENTE - - Persone&Fatti -

Ne­gli ul­ti­mi an­ni c’è sta­to si­cu­ra­men­te un peg­gio­ra­men­to del­lo sta­to del­la se­gna­le­ti­ca stra­da­le. Non cre­do pe­rò che il 60 per cen­to de­gli in­ci­den­ti sia do­vu­to al pes­si­mo sta­to dei car­tel­li. Oc­cor­re pe­rò spe­ci­fi­ca­re che del­la co­sid­det­ta se­gna­le­ti­ca ver­ti­ca­le è re­spon­sa­bi­le l’en­te pro­prie­ta­rio del­la stra­da: dun­que Co­mu­ni, Pro­vin­ce, Re­gio­ni, lo Sta­to o la so­cie­tà con­ces­sio­na­ria nei ca­si del­le au­to­stra­de. Se all’in­ter­no dei cen­tri ur­ba­ni la si­tua­zio­ne è quan­to me­no suf­fi­cien­te, sul­le stra­de ex­traur­ba­ne è spes­so di­sa­stro­sa. E in ca­so di in­ci­den­te chi pro­ce­de ai ri­lie­vi è te­nu­to a ve­ri­fi­ca­re le con­di­zio­ni dei gui­da­to­ri coin­vol­ti, de­gli au­to­vei­co­li e del­la se­gna­le­ti­ca. Ma non bi­so­gna aspet­ta­re l’in­ci­den­te. Il cit­ta­di­no che si tro­va di fron­te a car­tel­li che nel­le ore not­tur­ne non “ri­flet­to­no” più in mo­do ade­gua­to o che non so­no per­fet­ta­men­te leg­gi­bi­li per la po­si­zio­ne o per­ché co­per­ti da ve­ge­ta­zio­ne, de­vo­no se­gna­la­re il tut­to ai co­mu­ni o agli or­ga­ni di po­li­zia stra­da­le: se l’en­te pro- prie­ta­rio non agi­sce eli­mi­nan­do il pe­ri­co­lo va san­zio­na­to e ob­bli­ga­to ad agi­re. Non si può nep­pu­re par­la­re di dif­fi­col­tà eco­no­mi­che: i pro­ven­ti del­le con­trav­ven­zio­ni so­no per leg­ge as­se­gna­ti al­la mi­glio­ra­men­to del­le con­di­zio­ni del­le stra­de. Il che non si­gni­fi­ca, tra l’al­tro, ri­don­dan­za di car­tel­li, ma la lo­ro ma­nu­ten­zio­ne. Stes­sa co­sa per le au­to­stra­de, per le qua­li si pa­ga un pe­dag­gio.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.