IL VERDE VINCE

LA TO­NA­LI­TÀ PRA­TO, FRE­SCHIS­SI­MA E VI­TA­LE, È LA PRE­DI­LET­TA DI QUE­STA PRIMAVERAESTATE. CAT­TU­RA GLI SGUAR­DI E HA AN­CHE UNA FOR­TE VA­LEN­ZA ECO­LO­GI­CA. L’ABBINAMENTO PER­FET­TO? CON IL BIAN­CO E IL NE­RO

GENTE - - Sommario - Vania Crippa

La to­na­li­tà pra­to, fre­schis­si­ma e vi­ta­le, è la pre­di­let­ta di que­sta pri­ma­ve­ra-esta­te.

Verde in­tor­no e verde ad­dos­so. Se con l’ar­ri­vo del­la bel­la sta­gio­ne cre­sce la vo­glia di sta­re all’aria aper­ta, pas­seg­gia­re nei cam­pi e tra gli al­be­ri fio­ri­ti, an­che in uf­fi­cio po­tre­mo es­se­re sem­pre green e por­ta­re con noi quel­la freschezza e quell’ener­gia che so­lo la na­tu­ra sa da­re. Già, per­ché il co­lo­re dei ce­spi di lat­tu­ga, dei ki­wi, dei pi­sel­li, del tè giap­po­ne­se, in­som­ma del­la ve­ge­ta­zio­ne in ge­ne­ra­le, è un mu­st di sta­gio­ne. Più pre­ci­sa­men­te, la to­na­li­tà de­fi­ni­ta Pan­to­ne 354 C. Ov­ve­ro il verde pra­to. Non c’è sti­li­sta che non l’ab­bia in­clu­so nel­la pro­pria col­le­zio­ne pri­ma­ve­ra-esta­te: da Ar­ma­ni a Mo­schi­no, da Stel­la McCart­ney a Elie Saab. An­che tra i mar­chi al­la por­ta­ta di tut­ti, co­me H&M, Za­ra e Ber­sh­ka, spicca il co­lo­re dei par­chi. Ca­pi­re il per­ché è fa­ci­le: si trat­ta di una nuan­ce bel­lis­si­ma da ve­de­re, ma an­che piut­to­sto fa­ci­le da in­dos­sa­re. Si spo­sa be­ne con il bian­co, e dà un’aria spor­ti­va. Si­cu­ra­men­te con il ne­ro e con l’ab­bi­na­ta bian­co e ne­ro, me­glio se a pois. Inol-

tre, è per­fet­to con il ros­so op­pu­re il blu, per un con­tra­sto di gran­de im­pat­to, per­fet­to sia di gior­no sia di se­ra. E poi sta be­ne a tut­te, mo­re e bion­de, a que­st’ul­ti­me nel­le sfu­ma­tu­re un piz­zi­co più fred­de.

L’ab­bia­mo ca­pi­to, in­som­ma. So­no lon­ta­ni i tem­pi in cui si di­ce­va: «Chi di verde si ve­ste del­la sua bel­tà trop­po si fi­da». Og­gi è un co­lo­re de­mo­cra­ti­co e à la pa­ge, ca­pa­ce di sfi­da­re an­che i più scet­ti­ci. L’on­da verde è dav­ve­ro inar­re­sta­bi­le e tra­vol­ge la mo­da dal­lo scor­so an­no, quan­do Pan­to­ne ave­va elet­to il Gree­ne­ry 15-0343 co­lo­re del 2017. Al­lo­ra la mas­si­ma au­to­ri­tà mon­dia­le in ma­te­ria ave­va di­chia­ra­to: «Il Gree­ne­ry è ar­ri­va­to per re­ga­lar­ci quel sen­so di ras­si­cu­ra­zio­ne a cui ane­lia­mo in un con­te­sto so­cia­le e po­li­ti­co com­ples­so. Ri­spon­de al no­stro con­ti­nuo de­si­de­rio di rin­gio­va­ni­re e sen­tir­ci ri­vi­ta­liz­za­ti. Sim­bo­leg­gia la vo­glia di re­cu­pe­ra­re il le­ga­me con la na­tu­ra e gli al­tri». Ora, per la sua sfu­ma­tu­ra bril­lan­te e gio­io­sa, il Pan­to­ne 354 C si può con­si­de­ra­re co­me un Gree­ne­ry an­co­ra più ot­ti­mi­sta e for­te, una sor­ta di esten­sio­ne più at­ti­va del suo si­gni­fi­ca­to. Que­sta tin­ta star, dun­que, è lu­mi­no­sa, sma­glian­te, tra­smet­te fi­du­cia e ot­ti­mi­smo. È in­ne­ga­bil­men­te os­si­ge­nan­te. Vi­ta­le, da un la­to, ras­si­cu­ran­te

dall’al­tro, an­che se non ha la di­sci­pli­na e il ri­go­re del­la de­cli­na­zio­ne mi­li­ta­re. In un mo­men­to sto­ri­co di an­sie po­li­ti­che, eco­no­mi­che e so­cia­li, rap­pre­sen­ta una boc­ca­ta di aria fre­sca. La cro­mo­te­ra­pia lo con­fer­ma: il verde è ar­mo­nia, equi­li­brio tra le for­ze in cam­po. È il co­lo­re del­la spin­ta ver­so il be­nes­se­re, la cal­ma e la se­re­ni­tà.

Die­tro la for­za e la for­tu­na del verde pra­to c’è poi la sua va­len­za eco­lo­gi­ca. Po­chi co­lo­ri, in­fat­ti, ri­man­da­no co­sì tan­to al­la cu­ra e al­la tu­te­la dell’am­bien­te. In­dos­sar­lo, quin­di, è co­me ab­brac­cia­re uno slo­gan sen­za pa­ro­le. Il te­ma dell’im­pat­to am­bien­ta­le è uno dei più ca­ri al­la mo­da con­tem­po­ra­nea. E an­che uno dei più ri­chie­sti dal­le nuo­ve ge­ne­ra­zio­ni, dal­le mil­len­nials. Se an­co­ra non sie­te con­vin­ti, te­ne­te pre­sen­te che il verde si pre­sta be­ne an­che a una pre­sen­za più di­scre­ta. Ba­sta­no una cin­tu­ra o un in­ser­to nell’abi­to per sod­di­sfa­re la vo­glia di co­lo­re, sen­za ec­ce­de­re. Sì a un bi­jou, per il­lu­mi­na­re il viso ed es­se­re all’ul­ti­ma mo­da. Se poi il con­to in ban­ca è all’al­tez­za (non al verde, sta­vol­ta) non ci so­no dub­bi: gli sme­ral­di so­no sem­pre il top. Via li­be­ra ai gio­chi fa­shion, dun­que, se­ma­fo­ro verde!

UN TOCCO D’ORO Bril­la, gra­zie all’oro, la bor­sa fir­ma­ta Dior. Il verde ben si spo­sa con i co­lo­ri me­tal­li­ci. A PAS­SI DE­CI­SI Fioc­co e tac­co bas­so. È all’in­se­gna del­la pra­ti­ci­tà glam la cia­bat­ti­na di Za­ra. SPENSIERATA LEG­GE­REZ­ZA Abi­to gip­sy in tin­ta uni­ta...

DELICATI CONTRASTI Gra­fi­smi d’im­pat­to e un pra­to flui­do e de­li­ca­to: co­sì Gior­gio Ar­ma­ni usa il verde e lo ab­bi­na. di Vania Crippa SENSUALE Si can­di­da a di­ven­ta­re un se­xy “sem­pre verde” il pan­ta­lo­ne a si­ga­ret­ta di Roc­co­ba­roc­co. GRINTOSO Ha una mar­cia in...

MARZIANA È una vi­sio­ne qua­si ex­tra­ter­re­stre la don­na tut­ta verde di Guc­ci by Ales­san­dro Mi­che­le. CO­ME SPICCA! Non pas­sa inos­ser­va­to il tron­chet­to con tac­co a spil­lo di Ber­sh­ka: ac­cen­de su­bi­to il look. FANTASIA AL GALOPPO L’asim­me­tri­smo di Kri­zia dà...

SBOCCIA IL... FIORELLONE Più omag­gio al­la na­tu­ra di co­sì non si può: la don­na Mo­schi­no è un fio­re che sboccia. Crea­ti­vi­tà al mas­si­mo. A PIC­CO­LI PREZZI L’abi­to di H&M con cor­pet­to in­trec­cia­to è low co­st, ma fa un fi­gu­ro­ne. PER DON­NE FORTISSIME Ver­sus...

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.