Qui il bar­man ser­ve COCK­TAIL DA CA­NI

AC­QUA TONICA E ZEN­ZE­RO O LAT­TE DI COC­CO, CA­VO­LI E BROC­CO­LI. SO­NO I DRINK RI­SER­VA­TI AI QUAT­TRO­ZAM­PE. MEN­TRE I PA­DRO­NI BE­VO­NO IN TRAN­QUIL­LI­TÀ UN BUON MAR­TI­NI

GENTE - - Televisione - di Ales­sio Pa­ga­ni

Un cock­tail da ca­ni, grazie. È quel­lo che si può or­di­na­re allo Smi­th & Whi­stle, un fa­mo­so lo­ca­le di Lon­dra, a May­fair, quar­tie­re “in” del cen­tro. Si può sce­glie­re tra Poo­chie Co­la­da, be­van­da a ba­se di ca­vo­li, broc­co­li e lat­te di coc­co, Gin­ger

Tails, con zen­ze­ro fre­sco e ac­qua tonica, pas­san­do per il Bub­bly Bow Wow, rea­liz­za­to con uno spe­cia­le Pro­sec­co, anal­co­li­co, e suc­co di mir­til­li. So­no so­lo al­cu­ni dei cock­tail per ca­ni ser­vi­ti nel lo­ca­le lon­di­ne­se spe­cia­liz­za­to in hap­py hour per uma­ni e, da un pa­io di me­si, con un me­nu de­di­ca­to agli ac­com­pa­gna­to­ri a quat­tro zam­pe. Ogni be­van­da è ov­via­men­te pri­va di al­col, pre­pa­ra­ta da nu­tri­zio­ni­sti ca­ni­ni e pro­po­sta all’in­ter­no di ele­gan­ti cio­to­le.

Co­sì, se or­mai in mol­ti lo­ca­li i no­stri ca­ni so­no ospi­ti più che gra­di­ti (o al­me­no tol­le­ra­ti), qui ri­ce­vo­no trat­ta­men­ti come tut­ti gli al­tri clien­ti. In pra­ti­ca ven­go­no trat­ta­ti esat­ta­men­te come i lo­ro pa­dro­ni. An­zi, se pos­si­bi­le me­glio. Con 6 eu­ro (ma al­cu­ni drink ar­ri­va­no a co­star­ne 11,50) i ca­ni pos­so­no godere il pia­ce- re di be­van­de spe­cia­li, stu­dia­te per il lo­ro be­nes­se­re, mi­sce­la­te con in­gre­dien­ti che man­da­no in estasi il pa­la­to.

L’idea è na­ta ad apri­le, me­se de­di­ca­to pro­prio agli ani­ma­li do­me­sti­ci vi­sto che in In­ghil­ter­ra è il Na­tio­nal Pet Mon­th. L’elen­co dei cock­tail of­fer­ti da Smi­th & Whi­stle, in­sie­me al nu­tri­zio­ni­sta per ca­ni Da­vid Jack­son, com­pren­de bi­bi­te come l’Hound’s Hos, una sor­ta di bir­ra dog friend­ly. Il suc­ces­so dell’ape­ri­ti­vo ca­ni­no è sta­to im­me­dia­to, tan­to che quel­la che do­ve­va es­se­re la tro­va­ta di una se­ra è di­ven­ta­ta ser­vi­zio per­ma­nen­te. E pre­sto sa­rà in­te­gra­to da nuo­vi drink, o me­glio cock­tail

for dogs, ser­vi­ti in ca­li­ci spe­cia­li di tan­te di­men­sio­ni di­ver­se a se­con­da, ov­via­men­te, del­la ta­glia del... clien­te.

Bru­no Ca­stro, re­spon­sa­bi­le di Smi­th & Whi­stle, ha già ini­zia­to ad as­sa­po­ra­re il suc­ces­so del­la no­vi­tà pet friend­ly. « Qui allo Smi­th & Whi­stle sia­mo ben con­sa­pe­vo­li di aver sem­pre ga­ran­ti­to un ot­ti­mo trat­ta­men­to ai no­stri clien­ti uma­ni e ai lo­ro quat­tro zam­pe, ma fi­no a ora non ave­va­mo of­fer­to una li­nea di be­van­de ade­gua­te », spie­ga, « co­sì ab­bia­mo de­ci­so di coin­vol­ge­re Da­vid Jack­son per as­si­cu­rar­ci che ognu­no dei no­stri ca­ni pos­sa es­se­re sod­di­sfat­to al pa­ri del suo pa­dro­ne ».

« Ciò che nel no­stro bar of­fria­mo », ha spie­ga­to Ca­stro, «non so­no so­lo sem­pli­ci cock­tail dal sa­po­re gra­de­vo­le per gli ani­ma­li. Con­tri­bui­sco­no an­che a for­ni­re ai no­stri ami­ci a quat­tro zam­pe tut­te le so­stan­ze nu­tri­ti­ve es­sen­zia­li per il be­nes­se­re del­le di­ver­se raz­ze. Per esem­pio, ab­bia­mo be­van­de che fa­vo­ri­sco­no la lu­cen­tez­za del pe­lo, al­tre che aiu­ta­no la di­ge­stio­ne, co­sì i no­stri ospi­ti uma­ni pos­so­no ave­re una cer­tez­za in più: ol­tre a tra­scor­re­re del tem­po ri­las­san­do­si, san­no che noi ci pren­dia­mo cura dei lo­ro ca­ni, da ogni pun­to di vi­sta».

LE BE­VAN­DE SO­NO SER­VI­TE IN CIO­TO­LE A FOR­MA DI CA­LI­CE

ALL’ASSALTO DEL BAN­CO­NE Lon­dra. Il ban­co­ne del­lo Smi­th & Whi­stle, uno dei bar più in vo­ga nel­la ca­pi­ta­le. Tre clien­ti spe­cia­li at­ten­do­no che la ra­gaz­za dei cock­tail li ser­va.

AL TA­VO­LO È SEM­PRE UNA FESTA Un bull­dog fran­ce­se (a si­ni­stra) e un me­tic­cio sor­seg­gia­no da cio­to­le a for­ma di ca­li­ce gli squi­si­ti drink di Smi­th & Whi­stle. A de­stra, una clien­te con­sul­ta la li­sta per il suo fe­de­le com­pa­gno.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.