Caterina Balivo, mamma di gran clas­se

LA PROS­SI­MA LA­DY DI RAIU­NO IN CO­STU­ME IN­TE­RO, FASCIA E OC­CHIA­LI COORDINATI È DA IMITARE. LA VOLGARITÀ SU QUEGLI SCOGLI NON HA ACCESSO

GENTE - - Sommario - di Francesco Vicario

DI FRANCESCO VICARIO

Pro­va­te a chiu­de­re gli oc­chi. E fa­te scor­re­re nel­la men­te le im­ma­gi­ni del­le don­ne che, que­st’esta­te, do­mi­na­no sui so­cial e riem­pio­no le pa­gi­ne di gior­na­le. È un tri­bu­to col­let­ti­vo al­la chi­rur­gia plastica, una for­sen­na­ta cor­sa per ar­ri­va­re sul po­dio del ta­tuag­gio più este­so, da non sa­per più se chi hai di fron­te è la tal ex par­te­ci­pan­te di un rea­li­ty o l’in­car­na­zio­ne dell’Uo­mo Ra­gno.

Poi guar­da­te que­ste im­ma­gi­ni. E vi ac­cor­ge­re­te che ce­le­bri­tà non de­ve per for­za fa­re ri­ma con volgarità ed ec­ces­so per sop­pe­ri­re a ca­pa­ci­tà ar­ti­sti­che nul­le o qua­si. Caterina Balivo è la di­mo­stra­zio­ne che l’eleganza, an­che tra i vip, esi­ste. Da Aver­sa è ar­ri­va­ta al suc­ces­so pas­san­do da Miss Ita­lia, at­te­sta­to di esor­di pu­li­ti, e di com­par­sa­ta in com­par­sa­ta è ar­ri­va­ta a di­ven­ta­re una pri­ma­don­na del­la Tv pub­bli­ca. La pros­si­ma sta­gio­ne sa­rà la vol­ta del suo pas­sag­gio dal po­me­rig­gio di Rai­due, dov’era la si­gno­ra di Det­to fat­to, pro­gram­ma pre­sen­ta­to per cin­que an­ni, a quel­lo di Raiu­no, con il nuo­vo Vie­ni da me, una sor­ta di talk show, al via il 10 set­tem­bre, sul­la

fal­sa­ri­ga di quel­lo con­dot­to ne­gli Sta­ti Uni­ti dall’at­tri­ce

El­len DeGe­ne­res. «Per me è co­me ri­co­min­cia­re da ze­ro», ha det­to Caterina. «Sa­rà un por­to di ma­re, con per­so­ne co­mu­ni che rac­con­te­ran­no le lo­ro sto­rie e i lo­ro so­gni, ma an­che con tan­ti per­so­nag­gi fa­mo­si che met­te­rò sul­la gra­ti­co­la».

E men­tre la gra­ti­co­la si sur­ri­scal­da, Caterina può fa­re il pie­no di dol­cez­za in fa­mi­glia, nel buen re­ti­ro che lei e il ma­ri­to, il fi­nan­zie­re Gui­do

Ma­ria Bre­ra, pos­sie­do­no all’Ar­gen­ta­rio. In tut­to il suo splen­do­re, ec­co­la por­ta­re con or­go­glio la fascia di Miss Mamma. Ti­to­lo che le vie­ne as­se­gna­to sen­za in­du­gio gra­zie al co­stu­me in­te­ro co­lor fucsia, cor­re­da­to da fascia An­ni 50 e oc­chia­li da so­le del­lo stes­so co­lo­re, en pen­dant con il co­stu­mi­no dell’ado­ra­bi­le Cora, la sua se­con­do­ge­ni­ta, che ha com­piu­to un an­no il 16 ago­sto. E poi c’è il bion­dis­si­mo Gui­do Al­ber­to, il pri­mo fi­glio, 6 an­ni di ar­gen­to vi­vo ad­dos­so, che si sbrac­cia in ma­re ac­can­to al­la mamma e al­la so­rel­li­na, sor­ret­ta da una su­per ciam­bel­la gial­la. Mo­men­ti di spen­sie­ra­tez­za fa­mi­lia­re che ce­la­no le gran­di manovre ago­sta­ne di ca­sa Bre­ra.

Il pas­sag­gio di Caterina dal­la se­con­da al­la pri­ma re­te Rai ha im­pli­ca­to an­che un tra­sfe­ri­men­to da Mi­la­no a Ro­ma. E que­sto, per una mamma di due bim­bi pic­co­li, si­gni­fi­ca una vera rivoluzione, tro­va­re nuo­ve per­so­ne di fi­du­cia cui af­fi­da­re la ge­stio­ne del­la ca­sa e dei fi­gli men­tre è al la­vo­ro. «Il tra­slo­co è fon­te di stress, ma nel­la mia vi­ta ne ho af­fron­ta­ti tan­ti», ha rac­con­ta­to la Balivo. «L’idea di tra­sfe­rir­mi a Ro­ma mi dà la si­cu­rez­za di po­ter es­se­re vi­ci­na ai miei suo­ce­ri e a un’ora di tre­no da mia ma­dre e mio pa­dre, che vi­vo­no a Na­po­li. Con Gui­do Al­ber­to ab­bia­mo co­min­cia­to a fa­re gli sca­to­lo­ni con i gio­chi ai qua­li tie­ne di più e i pe­lu­che del­la cul­la di Cora. Vor­rei ri­crea­re il più pos­si­bi­le l’am­bien­te fa­mi­lia­re che ave­va­mo co­strui­to a Mi­la­no, per at­te­nua­re il trau­ma del cam­bia­men­to».

È l’ini­zio di una nuo­va vi­ta, in­som­ma, per la qua­le la con­dut­tri­ce ha ri­ce­vu­to un sup­por­to in­con­di­zio­na­to da par­te del ma­ri­to. «Mi ri­pe­te sem­pre: “Fai quel­lo che ti di­ce la tua te­sta, la de­ci­sio­ne de­ve es­se­re tua”». Ed è for­se gra­zie a que­sta sua ca­par­bie­tà nel cer­ca­re sem­pre nuo­ve sfi­de che Caterina ha con­qui­sta­to il cuo­re di Mr. Fi-

LA PA­LE­STRA PIÙ EFFICACE? SU E GIÙ DAL­LA SCALETTA CON LA PIC­CO­LA

nan­za, un si­gno­re che, pri­ma di lei, no­no­stan­te sia già sta­to spo­sa­to e ab­bia avu­to due fi­gli an­che dal­la pri­ma unio­ne, non sa­pe­va che co­sa vo­les­se di­re per­de­re la te­sta. «In­ve­ce Caterina, che ho co­no­sciu­to a una ce­na, ha fat­to un ca­po­la­vo­ro, per­ché ha rot­to le mie pau­re su tut­to: è an­da­ta di­ret­ta, na­po­le­ta­na, sen­za mez­ze mi­su­re. È sta­to un col­po di ful­mi­ne», ha rac­con­ta­to Bre­ra.

La lo­ro è una sto­ria di re­ci­pro­che con­ces­sio­ni, che han­no ali­men­ta­to la vi­ta di cop­pia: lui ha im­pa­ra­to a ge­sti­re la di­men­sio­ne pub­bli­ca di una mo­glie ce­le­bre, lei a ri­nun­cia­re, so­prat­tut­to all’ini­zio del lo­ro rap­por­to, a cer­te oc­ca­sio­ni mon­da­ne se­guen­do lui in un ma­so iso­la­to in Val Pu­ste­ria piut­to­sto che fre­quen­ta­re la fre­ne­sia di Cor­ti­na e Sankt Mo­ri­tz. E la stes­sa co­sa av­vie­ne d’esta­te. L’Ar­gen­ta­rio of­fre un ma­re me­ra­vi­glio­so e di­scre­to. Il luo­go adat­to per po­ter­si - quan­do si vuo­le - con­ce­de­re ai fla­sh sen­za ri­schia­re di far­si so­praf­fa­re. E Caterina, si­gno­ra del­la te­le­vi­sio­ne, ha tro­va­to an­che in que­sto il giu­sto equi­li­brio.

OK IL FUCSIA Por­to Er­co­le (Gros­se­to). Caterina Balivo, 38 an­ni, in co­stu­me in­te­ro fucsia, tro­va re­fri­ge­rio sot­to la doc­cia. A de­stra, con l’aiu­to di un’ami­ca, sce­glie per la pic­co­la Cora, 1 an­no, la se­con­do­ge­ni­ta avu­ta dal ma­ri­to Gui­do Ma­ria Bre­ra, un co­stu­mi­no di iden­ti­co co­lo­re.

A CIASCUNOIL SUO SALVAGENTE Por­to Er­co­le (Gros­se­to). Caterina, al cen­tro con l’ami­ca che le dà una ma­no con i bim­bi, tra il suo pri­mo­ge­ni­to Gui­do Al­ber­to, 6 an­ni, e Cora. Bion­dis­si­mo, agi­le e scat­tan­te, il ma­schiet­to go­ver­na a me­ra­vi­glia il gon­fia­bi­le giallo con cui il grup­po di di­ver­te nell’ac­qua tur­che­se da­van­ti agli scogli. Sot­to, la Balivo si de­di­ca al­la pic­co­la di ca­sa - im­bra­ca­ta in una ciam­bel­la gial­la - che sor­ri­de ama­bil­men­te.

E ORA MIS­SIO­NE MERENDA La con­dut­tri­ce, fi­ni­to il bagno, pren­de in brac­cio Cora e il suo ciam­bel­lo­ne, quin­di per­cor­re la sca­li­na­ta sca­va­ta nel­la roccia. Merenda in vi­sta per la bam­bi­na, men­tre la Balivo, se in­du­gia sui pia­ce­ri del­la ta­vo­la, è bra­va a na­scon­der­lo: ha un fi­si­co ar­mo­nio­so.

MA­RE E TRASLOCHI La Balivo tie­ne Gui­do Al­ber­to per ma­no e Cora in brac­cio: bagno fi­ni­to. Men­tre i bim­bi si go­do­no l’esta­te, lei sta ul­ti­man­do il tra­slo­co che da Mi­la­no ha por­ta­to la fa­mi­glia a Ro­ma, do­ve si rea­liz­ze­rà il suo pro­gram­ma Vie­ni da me, su Ra­iu

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.