La nuo­va vi­ta del ga­leot­to sex sym­bol

HA STRE­GA­TO CHLOE, L’ERE­DI­TIE­RA IN­GLE­SE CHE GLI HA AP­PE­NA DA­TO UN BIM­BO. E HA FAT­TO DI PIÙ: È RIU­SCI­TO A CON­QUI­STA­RE AN­CHE I SUOCERI, SIR GREEN E LA MO­GLIE TI­NA. OR­MAI PER LO­RO È UN FI­GLIO

GENTE - - Contents - di Ros­sa­na Lin­gui­ni

An­ni e an­ni a ri­pe­ter­ci che Ce­ne­ren­to­la esi­ste so­lo nel­le fa­vo­le e quan­to sa­reb­be fi­ni­ta ma­le Pret­ty Wo­man nel­la real­tà, per­ché va be­ne l’amo­re ro­man­ti­co ma se poi si trat­ta di met­ter su fa­mi­glia toc­ca es­se­re più pro­sai­ci. Poi ar­ri­va­no lo­ro, ed è tut­to da ri­fa­re: sal­vo la que­stio­ne di ge­ne­re, d’ac­cor­do, per­ché qui i ruo­li so­no ca­po­vol­ti. In­fat­ti a sal­va­re lui, Je­re­my Meeks, ex ga­leot­to ca­li­for­nia­no dal­la bel­lez­za spet­ta­co­la­re, c’è una lei, Chloe Green, gio­va­ne ere­di­tie­ra bri­tan­ni­ca e fi- glia del fon­da­to­re dell’im­pe­ro dell’ab­bi­glia­men­to Ar­ca­dia Group che pos­sie­de mar­chi po­po­la­ris­si­mi co­me Top­shop e Miss Sel­frid­ge.

Guar­da­te­li nel­le fo­to esclusive che pub­bli­chia­mo in que­ste pa­gi­ne, ri­trat­ti du­ran­te la lo­ro re­cen­te cro­cie­ra ca­pre­se a bor­do del lus­suo­so su­per ya­cht di fa­mi­glia (quel­la di Chloe) as­sie­me ai ge­ni­to­ri di lei, Sir Phi­lip Ni­gel Ross Green e Ti­na. Tut­ti af­fia­ta­ti, ab­bi­glia­men­to in­for­ma­le e sorrisi ri­las­sa­ti, in con­fi­den­za co­me se aves­se­ro tra­scor­so in­sie­me la lo­ro in­te­ra esi­sten­za, set­ti­ma­ne bian­che ad Aspen e vil­leg­gia­tu­re esti­ve a Cap Fer­rat. In­ve­ce,

“TUT­TO È POS­SI­BI­LE” È IL SUO MOT­TO E L’HA MES­SO IN PRA­TI­CA

men­tre Chloe cre­sce­va tra Lon­dra e Mon­te­car­lo, Meeks, ar­re­sta­to per fur­to nel 2002 e poi di nuo­vo nel feb­bra­io 2015 per pos­ses­so il­le­ga­le di ar­mi, ave­va già fat­to i con­ti con ben al­tro. Suo pa­dre Ray, scri­ve il Sun, ha 67 an­ni ma ne ha tra­scor­si tren­ta­tré in car­ce­re per una lun­ga li­sta di rea­ti, in­clu­sa una ra­pi­na a ma­no ar­ma­ta nel 1983. A quell’epo­ca non ave­va an­co­ra in­con­tra­to e spo­sa­to Ka­the­ri­ne An­gier, fu­tu­ra mam­ma di Je­re­my (dal­la qua­le ha poi di­vor­zia­to), an­che lei den­tro e fuo­ri dal­la ga­le­ra ed eroi­no­ma­ne. Ora pa­pà Ray, che non ve­de suo fi­glio da quan­do è usci­to di pri­gio­ne nel 2017, as­si­cu­ra al ta­bloid in­gle­se di es­se­re fe­li­cis­si­mo per Je­re­my e Chloe, né più e né me­no quan­to sem­bra­no es­ser­lo Sir Green e si­gno­ra a bor­do del Lio­n­heart, co­sì si chia­ma il pan­fi­lo che in que­sti gior­ni ha sol­ca­to le ac­que tur­che­si del­la Co­stie­ra amal­fi­ta­na.

Cer­to, sem­bra dav­ve­ro un’al­tra vi­ta ri­spet­to a quel­la in cui Meeks, ex de­te­nu­to più bel­lo del mon­do, ti­to­lo gua­da­gna­to quan­do era an­co­ra in car­ce­re per via di una fo­to se­gna­le­ti­ca che ne re­se vi­ra­le la straor­di­na­ria av­ve­nen­za, pub­bli­ca­va sul suo In­sta­gram: All things are pos­si­ble, tut­to è pos­si­bi­le. Un po­st più che lun­gi­mi­ran­te, pro­fe­ti­co, per­ché per il tren­ta­quat­tren­ne ca­li­for­nia­no quel­la con Chloe è dav­ve­ro un’al­tra vi­ta: ben al di là del­la se­con­da chan­ce che spet­ta, o do­vreb­be spet­ta­re, a chi do­po aver sba­glia­to ab­bia pa­ga­to il suo de­bi­to.

In quel po­st - era il 28 giu­gno del 2017 - Meeks, brac­cia al­lar­ga­te e pet­to­ra­li sfac­cia­ti, un ta­tuag­gio sul vi­so a for­ma di la­cri­ma e tan­ti sul cor­po in ri­cor­do del­le gang cri­mi­na­li cui ap­par­te­ne­va, sie­de a prua del fa­vo­lo­so caic­co del­la fa­mi­glia Green in na­vi­ga­zio­ne al lar­go del­le co­ste tur­che. E lì, al gi­ro di boa del­la sua vi­ta, c’è na­tu­ral­men­te an­che Chloe, na­so e fian­chi piut­to­sto im­por­tan­ti, ma pa­tri­mo­nio e con­to in ban­ca di più. I ba­ci e la pas­sio­ne tra la ven­ti­set­ten­ne so­cia­li­te e l’or­mai ex ga­leot­to agli al­bo­ri di una ful­gi­da car­rie­ra da mo­del­lo so­no in­con­te­ni­bi­li. De­bor­da­no dal lus­suo­so pon­te in tek del ma­xi ya­cht, rim­bal­za­no sui so­cial net­work dei due, ar­ri­va­no fin sot­to gli oc­chi di Me­lis­sa. Che di co­gno­me fa Meeks. Sul­le pri­me la bion­da e mor­bi­da mo­glie di Je­re­my ri­spon­de per le ri­me su In­sta­gram: “Sia­mo an­co­ra le­gal­men­te spo­sa­ti”. Poi la si­gno­ra, ma­dre del lo­ro fi­glio di ot­to an­ni Je­re­my Jr non­ché di due ra­gaz­zi più grandi, Elia­na, 17 an­ni, e Ro­bert, 12, di cui ( l’al­lo­ra) ma­ri­to è pa­dre adot­ti­vo, se ne fa una ra­gio­ne. Per­ché, an­che se po­chi gior­ni pri­ma Je­re­my si era giu­sti­fi­ca­to de­fi­nen­do quel­la ra­gaz­za in­gle­se ap­par­sa sui so­cial al suo fian­co co­me la manager di un’azien­da con la qua­le lui col­la­bo­ra­va, quel che sta­va ac­ca­den­do su quel ve­lie­ro a Bo­drum no, non so­mi­glia­va a una riu­nio­ne di la­vo­ro. Nep­pu­re a un amo­re esti­vo de­sti­na­to a spe­gner­si con la fi­ne del­le va­can­ze, pe­rò: e in­fat­ti il 29 maggio, a po­co più di un an­no dall’ini­zio del­la lo­ro liai­son, Miss Top­shop e il mo­del­lo, che è te­sti­mo­nial di Phi­lipp Plein, di­ven­ta­no ge­ni­to­ri di Jay­den.

Del pic­co­li­no, di cui mam­ma e pa­pà han­no an­nun­cia­to l’ar­ri­vo su In­sta­gram una set­ti­ma­na do­po la na­sci­ta, pub­bli­can­do uno scat­to che non ne mo­stra­va il vol­to ma sol­tan­to la sua te­ne­ra tu­ti­na az­zur­ra e le ma­ni­ne paf­fu­te, non c’era trac­cia a Ca­pri. Ma al di­to di Chloe, che è ap­par­sa dav­ve­ro in for­ma ad ap­pe­na due me­si dal­la gra­vi­dan­za, c’era un anel­lo: e bril­la­va più dei suoi oc­chi az­zur­ro cie­lo quan­do in­cro­cia­no quel­li di ghiac­cio di Je­re­my.

LE DON­NE DI CA­SA IMPAZZISCONO PER LUI Meeks, ca­mi­cia blu aper­ta sul pet­to ta­tua­to, tra la suo­ce­ra Ti­na (a si­ni­stra) e Chloe, sot­to gli oc­chi di al­cu­ni mem­bri dell’equi­pag­gio del Lio­n­heart, lo ya­cht del­la fa­mi­glia Green che in que­sti gior­ni sol­ca le ac­que del Me­di­ter­ra­neo. Il mo­del­lo ex ga­leot­to è an­che un mo­del­lo di ma­ri­to e ge­ne­ro: pas­sa mol­to tem­po as­sie­me al­le due don­ne.

ABBAGLIATA DAL SUO SO­LE Ca­pri (Na­po­li). Chloe, grandi oc­chia­li da so­le e abi­ti­no ro­sa, par­la con Je­re­my qua­si in esta­si. Lui, che in­dos­sa una ca­mi­cia blu che ne in­cor­ni­cia le spal­le lar­ghe dal­le pro­por­zio­ni per­fet­te, non ri­nun­cia a qual­che det­ta­glio ap­pa­ri­scen­te co­me il gran­de oro­lo­gio d’oro. STU­DIA DA GENTLEMAN E NON C’È DUB­BIO: SU­PE­RE­RÀ L’ESA­ME Bel­lo, pos­si­bi­le e pu­re ga­lan­te: Je­re­my ten­de la ma­no a Chloe, co­me per aiu­tar­la ad al­zar­si dal se­di­le del ten­der che sta por­tan­do il grup­po dal­lo ya­cht a un ri­sto­ran­te a ter­ra. E sa­rà pu­re un ex ga­leot­to, ma a giu­di­ca­re da­gli oc­chi am­mi­ra­ti del­le due ho­stess, ha già pas­sa­to l’esa­me di buo­ne ma­nie­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.