CHE TRI­STEZ­ZA IL CAOS SUI VAC­CI­NI

GENTE - - La Posta Dei Lettori -

Ca­ro di­ret­to­re, mio fi­glio ini­zia la pri­ma ele­men­ta­re. Lo sa che non ho an­co­ra ca­pi­to che co­sa è sta­to de­ci­so per le vac­ci­na­zio­ni ob­bli­ga­to­rie? Il mio bam­bi­no è a po­sto, ab­bia­mo fat­to, con con­vin­zio­ne, tut­to ciò che si do­ve­va: in fon­do è an­che una for­ma di ri­spet­to nei con­fron­ti del­la co­mu­ni­tà. È mai pos­si­bi­le che in Ita­lia ci si deb­ba di­vi­de­re an­che su un te­ma co­sì de­li­ca­to co­me la sa­lu­te? La si­cu­rez­za dei no­stri fi­gli do­vreb­be ar­ri­va­re pri­ma di qual­sia­si stra­te­gia ac­chiap­pa­vo­ti.

En­ri­ca Fucile

Ca­ra En­ri­ca, sfon­di una por­ta aper­ta. So­no con­vin­ta che i vac­ci­ni sia­no in­di­spen­sa­bi­li. Cer­to, bi­so­gna te­ne­re con­to del­le esi­gen­ze dei sin­go­li e dei pro­ble­mi di chi non può sot­to­por­si a de­ter­mi­na­te pro­fi­las­si. Ma in ge­ne­ra­le, ben venga tut­to ciò che pro­teg­ge e as­si­cu­ra una vi­ta se­re­na e sa­na ai no­stri bam­bi­ni. La po­li­ti­ca? Al­me­no non crei con­fu­sio­ne.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.