PA­PA FRAN­CE­SCO HA DET­TO: “ME­GLIO ATEI CHE IPOCRITI”. CHE CO­SA IN­TEN­DE?

Il Pon­te­fi­ce ha espres­so pa­ro­le mol­to du­re nei con­fron­ti di co­lo­ro che “van­no in chie­sa e poi vi­vo­no odian­do gli al­tri”. Non do­vreb­be es­se­re più mi­se­ri­cor­dio­so?

GENTE - - Sommario -

S e fos­si sta­to io a di­re la fra­se che nei gior­ni scor­si Pa­pa Fran­ce­sco ha pro­nun­cia­to, nel cor­so del­la pri­ma udien­za di que­st’an­no, tut­to sa­reb­be pas­sa­to inos­ser­va­to, ma­ga­ri con il so­li­to com­men­to: «Già, è don Maz­zi». Ma sta­vol­ta è il Pa­pa. An­ti­ci­po una mia im­pres­sio­ne: la fra­se è sin­to­mo di una gran­de sof­fe­ren­za che Pa­pa Fran­ce­sco si por­ta den­tro al cuo­re. Il po­po­lo cri­stia­no si va pian pia­no svuo­tan­do del­la for­za evan­ge­li­ca pa­ci­fi­ca­men­te ri­vo­lu­zio­na­ria e ra­di­ca­le e si ac­con­ten­ta di fre­quen­ta­re le li­tur­gie, non per­ché ca­ri­che di spi­ri­tua­li­tà e di scel­te me­di­ta­te, ma qua­si per abi­tu­di­ne. Sem­pre più spes­so la no­stra fe­de si esau­ri­sce tra un’en­tra­ta e un’usci­ta, la do­me­ni­ca, dal­le por­te del­la chie­sa. Pa­pa Fran­ce­sco ha vo­lu­to que­sta vol­ta es­se­re chia­ro fi­no al­le ul­ti­me con­se­guen­ze, po­nen­do cia­scu­no da­van­ti al­la pro­pria ipo­cri­sia. Ec­co la sua fra­se: «Me­glio atei che ipocriti, per­ché an­da­re in chie­sa e poi vi­ve­re odian­do gli al­tri è scan­da­lo­so». Que­sta fra­se va in­ter­pre­ta­ta leg­gen­do il Di­scor­so del­la Mon­ta­gna, ri­por­ta­to nel Van­ge­lo di Mat­teo, che il Pa­pa sta­va com­men­tan­do. Qual­che cri­stia­no del­la do­me­ni­ca ri­mar­rà scon­cer­ta­to. Ma que­sto è il Van­ge­lo spie­ga­to sen­za fron­zo­li e mez­ze ve­ri­tà. ( Nel­la fo­to,Pa­paF­ran­ce­sco,82an­ni).

Ri­spon­de DON AN­TO­NIO MAZ­ZI fon­da­to­re co­mu­ni­tà Exo­dus

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.