Sto­ria di co­per­ti­na Vir­gi­nia Raffaele è la re­gi­na del fe­sti­val

TRA­VOL­GEN­TE, SIMPATICA, ELE­GAN­TE: QUE­ST’AN­NO SANREMO HA LA MATTATRICE CHE SOGNAVA DA SEM­PRE. SA FA­RE TUT­TO. «HO IM­PA­RA­TO L’AR­TE DA MIA NONNA NEL­LY», RAC­CON­TA. E C’È GIÀ CHI AS­SI­CU­RA: NEL 2020 IL PAL­CO SA­RÀ DI NUO­VO SUO

GENTE - - Sommario - DI SABRINA BONALUMI E VANIA CRIPPA

Fio­rel­lo è sta­to il suo pri­mo amo­re. Ma pla­to­ni­co. Lo am­mi­ra­va da un po­ster che ave­va ap­pe­so nel­la sua ca­me­ret­ta, nel­la ca­sa di Ro­ma. Poi è sta­ta la vol­ta di Gi­gi Pro­iet­ti. An­che all’at­to­re ave­va de­sti­na­to un an­go­lo di pa­re­te. Vir­gi­nia Raffaele, po­co più che bam­bi­na, ave­va già gu­sti ben de­fi­ni­ti e il so­gno di di­ven­ta­re at­tri­ce, di la­vo­ra­re nel mon­do del­lo spet­ta­co­lo. «Ero fi­glia uni­ca, gio­ca­vo spes­so da so­la e mi im­ma­gi­na­vo di es­se­re os­ser­va­ta da più pun­ti di vi­sta, un po’ co­me nel­la ca­sa del Gran­de Fra­tel­lo ». Obiet­ti­vo cen­tra­to, co­me for­se nem­me­no lei avreb­be mai cre­du­to. Per cin­que se­ra­te, in mon­do­vi­sio­ne, è la ve­ra pro­ta­go­ni­sta di Sanremo. Ele­gan­tis­si­ma ne­gli abi­ti lun­ghi, ri­ca­ma­ti, ric­chi di cri­stal­li e pail­let­tes di Ar­ma­ni Pri­vé, Phi­lo­so­phy di Lo­ren­zo Se­ra­fi­ni e Giam­bat­ti­sta Val­li che on­deg­gia­no sul­la mi­ti­ca e te­mu­ta sca­li­na­ta. «Ho re­so fe­li­ce mia ma­dre quan­do le ho det­to del fe­sti­val», ha ri­ve­la­to. Ma all’ori­gi­ne di tut­to c’è la nonna ma­ter­na Nel­ly, al­la qua­le Vir­gi­nia pa­re so­mi­gli tan­tis­si­mo e dal­la qua­le ha ere­di­ta­to il ta­len­to istrio­ni­co e la pa­dro­nan­za del pal­co­sce­ni­co.

È MOL­TO CORTEGGIATA MA È SIN­GLE. IN CAMERINO PER LEI SO­LO RO­SE

Nonna Nel­ly la­vo­ra­va co­me acro­ba­ta ca­val­le­riz­za, pos­se­de­va il cir­co Pre­ziot­ti di Ro­ma as­sie­me ai suoi fra­tel­li. Pre­se par­te an­che al film I so­li­ti igno­ti di Ma­rio Mo­ni­cel­li e ne­gli An­ni 50, con il ma­ri­to, fon­dò il lu­na park dell’Eur. Il luo­go del cuo­re di Vir­gi­nia. È qui, all’om­bra del­le gio­stre, che la Raffaele è cre­sciu­ta. «Da­vo i pe­sci ros­si a chi li vin­ce­va. Fi­ni­vo i com­pi­ti sul­le pan­chi­ne. Chiu­de­va­mo d’in­ver­no so­lo quat­tro gior­ni. Fi­no ai 2728 an­ni non so­no mai an­da­ta in va­can­za», ha ri­cor­da­to. E cer­ta­men­te vie­ne da qui il suo at­tac­ca­men­to al la­vo­ro, al per­fe­zio­ni­smo, l’abi­tu­di­ne a pro­va­re e ri­pro­va­re fi­no al­lo sfi­ni­men­to, tan­to da di­ma­gri­re per l’an­sia e l’im­pe­gno, co­me è ac­ca­du­to per Sanremo. Si di­ce in­fat­ti che i suoi abi­ti sia­no una stri­min­zi­ta ta­glia 40 da man­ne­quin. Quan­do c’è da la­vo­ra­re Vir­gi­nia è la pri­ma ad ar­ri­va­re e l’ul­ti­ma ad an­dar­se­ne e i ri­sul­ta­ti di tan­ta de­di­zio­ne so­no sot­to gli oc­chi di tut­ti. «La­vo­ro e ba­sta. Non mol­lo un cent ime­tro » . Poi, quan­do ca­la il si­pa­rio, chia­ma su­bi­to ca­sa, la mam­ma, per sa­pe­re com’è an­da­ta: «Lei di­ce la ve­ri­tà». E, inu­ti­le gi­rar­ci in­tor­no, emo­zio­ne a par­te, mam­ma la pro­muo­ve­rà sem­pre. Co­sì co­me Clau­dio&Clau­dio, Baglioni e Bi­sio, i suoi part­ner all’Ari­ston. Il “di­rot­ta­to­re” ar­ti­sti­co del fe­sti­val, Baglioni, si sa, ha una pas­sio­ne pro­fes­sio­na­le per lei. Già nel 2018 l’ha vo­lu­ta sul pal­co per una gag e un duet­to con lui. Que­st’an­no l’ha pro­mos­sa a tem­po pie­no, in­co­ro­nan­do­la re­gi­na as­so­lu­ta. L’ha corteggiata e la “pro­po­sta” gliel’ha fat­ta in gi­noc­chio. «Ma sen­za anel­lo», ha pre­ci­sa­to lei sor­ri­den­do. Sul­le sue di­ta lun­ghe e af­fu­so­la­te di anel­li non ce ne so­no an­co­ra. Do­po la fi­ne del­la sto­ria - era la me­tà del 2017 - con il col­le­ga Ubal­do Pan­ta­ni, du­ra­ta cin­que an- ni, la Raffaele si è but­ta­ta a ca­po­fit­to nel­la pro­fes­sio­ne. «Ci so­no mo­men­ti in cui ap­prez­zo la so­li­tu­di­ne, al­tri in cui vor­rei un’at­ten­zio­ne al mio cuo­re», ha con­fi­da­to. Pic­co­le e pro­fu­ma­te at­ten­zio­ni le so­no ar­ri­va­te a piog­gia nel camerino e in al­ber­go do­ve al­log­gia: ra­nun­co­li, peo­nie, gi­gli e ro­se ros­se, sim­bo­lo di pas­sio­ne e amo­re, ac­com­pa­gna­te da te­ne­ri e in­fuo­ca­ti bi­gliet­ti. Del re­sto Vir­gi­nia, un me­tro e ot­tan­ta di per­fe­zio­ne fi­si­ca, è cor­teg­gia­tis­si­ma. Pia­ce agli uo­mi­ni

di tut­te le età, dai ragazzini a quel­li più agée, ma per la sua sim­pa­tia tra­vol­gen­te e la sua spon­ta­nei­tà è ap­prez­za­ta an­che dal­le don­ne, che in lei non ve­do­no un’an­ta­go­ni­sta, ma una di­ver­ten­te ami­ca.

È an­che ti­mi­da Vir­gi­nia, e il gran­de show san­re­me­se è la pri­ma vol­ta in cui “ci met­te la fac­cia”. La sua. Non quel­la dei per­so­nag­gi che l’han­no re­sa po­po­la­re: Be­len Ro­dri­guez, Do­na­tel­la Ver­sa­ce, Sabrina Fe­ril­li, Carla Frac­ci, Or­nel­la Va­no­ni e la cri­mi- no­lo­ga Roberta Bruz­zo­ne. «La ma­sche­ra dell’al­tro mi pro­teg­ge», ha rac­con­ta­to l’at­tri­ce, che ha ini­zia­to il suo per­cor­so fa­cen­do la stunt­wo­man, men­tre stu­dia­va all’Ac­ca­de­mia tea­tra­le eu­ro­pea. La sua spe­cia­liz­za­zio­ne? Le scaz­zot­ta­te. Ma al di là dell’ap­pa­ren­za da du­ra, ha un ani­mo ro­man­ti­co che emer­ge quan­do ri­cor­da il suo pri­mo ba­cio: «È sta­to al lu­na park, al­la gio­stra Bru­co­me­la. Ave­vo 15 an­ni, lui era il ra­gaz­zo del tre­no fan­ta­sma. Pen­sa­vo di po­te­re ama­re so­lo lui». Non è sta­to co­sì. La pri­ma sto­ria im­por­tan­te, vis­su­ta quan­do era ap­pe­na ven­ten­ne, fu con un mu­si­ci­sta, Gio­van­ni Zap­pa­lor­to, di 17 an­ni più gran­de. Ma Vir­gi­nia già al­lo­ra ave­va un so­lo obiet­ti­vo: sfon­da­re, ar­ri­va­re. An­co­ra og­gi che è la più am­mi­ra­ta d’Ita­lia non se ne ca­pa­ci­ta del tut­to e di­ce can­di­da: «Mi stu­pi­sco che stia ve­ra­men­te ac­ca­den­do». E c’è già chi so­stie­ne che nel 2020 il pal­co di Sanremo sa­rà di nuo­vo suo.

E I CAN­TAN­TI SFILANO CO­ME DIVI SUL TAP­PE­TO ROS­SO, TRA CORIANDOLI E BOUQUET

LO IPNOTIZZA SOFFIANDOGLI SUL CIUFFO Sanremo (Im­pe­ria). Vir­gi­nia sul pal­co dell’Ari­ston im­prov­vi­sa una del­le sue ce­le­bri gag con Clau­dio Baglioni, 67 an­ni, che si con­clu­de con un sof­fio de­li­ca­to sul ciuffo del can­tau­to­re, da sem­pre at­ten­tis­si­mo al suo look. Baglioni non ha mai na­sco­sto la sua pas­sio­ne pro­fes­sio­na­le per la Raffaele e que­st’an­no l’ha vo­lu­ta in pian­ta sta­bi­le ac­can­to a sé. A de­stra, l’at­tri­ce e co­mi­ca pas­seg­gia per la cit­tà scor­ta­ta da un bo­dy­guard.

MI­LIO­NI DI OC­CHI INCOLLATI AL­LE SUE GAM­BE CHILOMETRICHE Vir­gi­nia Raffaele, 38 an­ni, gio­ca a fa­re la di­va (e or­mai lo è) su uno sga­bel­lo mo­stran­do le gam­be chilometriche e per­fet­te che du­ran­te le se­ra­te del fe­sti­val so­no sta­te am­mi­ra­te da mi­lio­ni di ita­lia­ni. Ma il suo pun­to di for­za è il sor­ri­so con­ta­gio­so. Per la pri­ma vol­ta sul pal­co ha por­ta­to se stes­sa. (Fo­to Ma­ki Ga­lim­ber­ti/Mat­ter Re­pre­sen­ts).

LA CLAS­SE E I BAGLIORI DI AR­MA­NI PRI­VÉ Vir­gi­nia Raffaele, co­da di ca­val­lo e sguar­do di­ver­ti­to, in po­sa da ba­by du­ran­te la pri­ma con­fe­ren­za stam­pa. In­dos­sa una crea­zio­ne di Gior­gio Ar­ma­ni. Ai pie­di le sue cal­za­tu­re pre­fe­ri­te: gli sti­va­li. So­pra, un boz­zet­to del­la col­le­zio­ne di Ar­ma­ni Pri­vé, pen­sa­to per lei dal­lo sti­li­sta. INTELLETTUALE So­li­ta aria ri­cer­ca­ta per Si­mo­ne Cri­stic­chi, 42 an­ni, che si la­scia ac­ca­rez­za­re dai pe­ta­li sul red car­pet. E sa­lu­ta in sti­le pa­pa­le. I PIÙ ACCLAMATI I tre de Il Vo­lo so­no sta­ti i più ap­plau­di­ti in pas­se­rel­la. Da si­ni­stra, Pie­ro Ba­ro­ne, 25 an­ni, Gian­lu­ca Gi­no­ble, 23, e Igna­zio Bo­schet­to, 24.

CHE FA­SCI­NO! Ari­sa, 36 an­ni, po­sa da ve­ra di­va con il cap­pot­to di Sa­ra Bat­ta­glia, la­scian­do in­trav­ve­de­re la gam­ba gra­zie a uno spac­co im­prov­vi­sa­to. IL MAESTRO BAGLIONI Il di­ret­to­re ar­ti­sti­co bat­te le ma­ni a un alun­no del­la scuo­la Bian­che­ri di Ven­ti­mi­glia, che ha in­vi­ta­to a suo­na­re. Ac­can­to ha il sin­da­co di Sanremo Al­ber­to Bian­che­ri, 56. IL PRIN­CI­PE AZZURRO, LA FA­TA TURCHINA E IL RE DI FIO­RI Ira­ma (a si­ni­stra), 33 an­ni, ha l’al­lu­re di un prin­ci­pe nel com­ple­to ce­le­ste di Etro: gli man­ca so­lo il ca­val­lo bian­co. Lo­re­da­na Ber­té, 68, con­qui­sta tut­ti con la sua chio­ma blu, e Ghe­mon, 36, sfi­la con bouquet e vi­sto­so col­lo di pe­lo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.