LA STRA­DA SPIANATA DEI “FI­GLI DI”

GENTE - - La Posta Dei Lettori -

Gen­ti­le Mo­ni­ca, tro­vo che Au­ro­ra Ra­maz­zot­ti me­ri­ti di far­si stra­da nel mon­do del­lo spet­ta­co­lo per la sua spi­glia­tez­za, il suo gar­bo e an­che la sua sim­pa­tia, co­me lei ha scrit­to nel­la Po­sta del nu­me­ro 6. Il pun­to è un al­tro: mi fa mol­ta rab­bia la cri­ti­ca ri­ser­va­ta esclu­si­va­men­te ai fi­gli d’ar­te e mai a chi se­gue le or­me di ge­ni­to­ri avvocati, me­di­ci, den­ti­sti, mec­ca­ni­ci, par­ruc­chie­ri o al­tro, che non so­lo si tro­va­no la stra­da spianata ma si ri­tie­ne lo­gi­co che que­sto av­ven­ga. Io ho una li­bre­ria che sto pen­san­do di chiu­de­re a cau­sa del­la mia età avan­za­ta: è una de­ci­sio­ne che mi fa sof­fri­re mol­to, ma i miei due fi­gli han­no per­cor­so al­tre stra­de e, per for­tu­na o pur­trop­po, han­no tro­va­to sod­di­sfa­zio­ne. E io li ho sem­pre ri­spet­ta­ti nel­le lo­ro scel­te. un let­to­re Ca­ro let­to­re, la­scia­re ai tuoi fi­gli la li­ber­tà di de­ci­de­re il lo­ro fu­tu­ro è la po­si­zio­ne giu­sta, da uo­mo il­lu­mi­na­to. Co­me lo è la scel­ta dell’ex cal­cia­to­re Ga­briel Ba­ti­stu­ta. In que­sti gior­ni ha rac­con­ta­to che uno dei suoi fi­gli la­vo­ra co­me com­mes­so. «Po­trei re­ga­lar­gli lus­so e au­to nuo­ve, ma non so quan­to si sen­ti­reb­bo fe­li­ce. È un fat­to di di­gni­tà». Ec­co, rac­co­glie­re l’ere­di­tà dei ge­ni­to­ri o in­ven­tar­si per­cor­si nuo­vi va be­nis­si­mo, pur­ché lo si fac­cia con di­gni­tà. P.s. Pec­ca­to per la li­bre­ria: se ne chiu­do­no trop­pe.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.