GENTE

Il docu-film di Chiara Ferragni DI ILARIA RAVARINO

NON SOLO SUCCESSI, MILIONI E AMORE. L’ESISTENZA DORATA DI CHIARA NASCONDE DUE DOLORI: IL PRIMO SI CHIAMA RICCARDO, EX FIDANZATO ED EX SOCIO. «CREDEVO DI CONOSCERLO, INVECE...». IL SECONDO È IL DIVORZIO DEI GENITORI

- di Ilaria Ravarino

Poche parole, dure: «Per me lui non esiste più. Cancellato. Per sempre». A volte le immagini valgono più di mille parole. E le lacrime valgono più di mille immagini, specialmen­te quando sono vere. Come quelle di Chiara Ferragni, l’influencer lombarda che nel trionfale docu-film sulla sua vita, Chiara Ferragni Unposted (presentato a Venezia, sarà al cinema il 17, 18 e 19 settembre e poi in streaming su Amazon), ha un solo momento di sconforto. Un attimo di cedimento che arriva quando, dopo il racconto degli esordi felici e della nascita del suo impero da 17 milioni di follower, Chiara è costretta a ricor

dare un nome: quello di Riccardo Pozzoli, fidanzato per sette anni, compagno di vita e di lavoro, oggi l’unica persona capace di spezzarle il cuore. Con lui aveva diviso tutto, anche la spesa per fondare il blog, The Blond Salad, che le avrebbe dato il successo. Quel nome era nato per sfizio («Volevo giocare con il concetto della classica bionda»), l’investimen­to era stato fatto di comune accordo: appena 510 dollari, «10 per il dominio e il resto per la macchina fotografic­a», come ricorda lo stesso Pozzoli in un articolo crudelment­e velenoso, Come ho creato Chiara Ferragni, che circola ancora sul Web. Insieme, Chiara e Riccardo lavorano per quasi dieci anni sul brand comune - oggi Ferragni è la prima influencer al mondo nel campo della moda, secondo Forbes - fianco a fianco anche dopo la rottura sen

timentale, avvenuta nel 2013. “Non preoccupat­evi per noi, ci vedrete ancora insieme”, scrivevano a tweet congiunti annunciand­o la separazion­e. Ma ecco che Chiara Ferragni Unposted ci dice una verità diversa. A pochi giorni dalla nascita di Leone, il figlio di Ferragni e Fedez, il personal manager di Chiara racconta di aver scoperto che Pozzoli stava vendendo, alle spalle dell’ex compagna, il 45 per cento della società. Chiara viene tenuta all’oscuro dell’operazione: la gravidanza negli ultimi due mesi si è complicata e il suo entourage decide di aspettare il parto per comunicarl­e il “tradimento”. Lei non la prende bene. «Ho capito che non conosci mai veramente nessuno», dice nel documentar­io, senza spiegare né cosa possa aver indotto Pozzoli a vendere le sue quote, né cosa sia avvenuto dopo: il nuovo socio che subentra, i litigi sul piano aziendale, le accuse reciproche con

l’ex. «Di Riccardo Chiara non dirà altro. Ha già parlato nel film», ringhiano gli addetti stampa alla Mostra di Venezia. È il 4 settembre. Tre giorni prima Pozzoli è convolato a nozze con la modella Gabrielle Caunesil, scegliendo un giorno speciale: lo stesso in cui, l’anno prima, si era sposata Chiara. Si parla anche di quello nel film: del matrimonio da favola a Noto, terra dei nonni materni, con Fedez e la compagnia virtuale dei milioni di follower della coppia, per cui Chiara si augura di «piangere in modo carino». Una festa che corona un anno speciale, il 2018, durante il quale l’influencer ha preso in mano le società che ha fondato, la Tbs Crew e Chiara Ferragni Collection, diventando il capo di un impero da 30 milioni di fatturato. «Non mi ha creata nessuno», ripete più volte nel film. E si capisce a chi sia diretto il messaggio.

Ma cosa ci dice ancora, Chiara Ferragni Unposted, di una donna che ha scelto di rendere pubblico ogni aspetto della sua vita privata? Non aggiunge grandi particolar­i sulla relazione con Fedez, di cui scopriamo, se non altro, un lato ironico e umano: «Su di lui posso contare sempre ed è questo ciò che importa. Ci completiam­o a vicenda. Io sono quella positiva, lui è più tenebroso, a volte ha reazioni esagerate, ma sa sdrammatiz­zare. E soprattutt­o ci stimiamo e ci sosteniamo a vicenda». Vederlo sbuffare durante i preparativ­i del matrimonio, circondato da decine di wedding planner, ce lo fa sentire più vicino. E quando osa chiedere all’amica Paris Hilton se intenda pagare l’Imu per la casetta dei suoi chihuahua (casetta a due piani, dotata di aria condiziona­ta) è difficile non innamorars­ene almeno un po’. E allora scopriamo, ancora una volta, quello che Chiara sceglie di non dire. Qualcosa che trapela dalle immagini che la regista Elisa Amoruso mostra all’inizio del film. Una Ferragni appena tredicenne, con il cappellino sui ciuffi spettinati e la gomma in bocca, in vacanza con i genitori e le due sorelle. La mamma, l’ex modella Marina Di Guardo, la riprende. Lei si sbraccia per catturarne l’attenzione, fa le facce buffe, la chiama. Sembra una famiglia felice. «Riprendo tutto per tenere memoria del passato», dice Di Guardo. Peccato che il ricordo di quel passato finirà tra le memorie più dolorose della piccola Chiara. La famiglia felice si sfascerà, due anni dopo arriverà il divorzio. Lei, ancora minorenne, dovrà decidere in tribunale con quale genitore andare a vivere. «È sempre stata una bambina molto forte e determinat­a», ricorda nel film il padre Marco, dentista di Cremona, ancora attivo nel suo studio con la figlia Francesca (Valentina, la terza sorella, è influencer). Chiara era proprio con lui in quel viaggio in macchina in cui scoprì il potere delle foto. Se ne scattò 500, una dopo l’altra, con la macchina vinta con i punti dell’Esselunga. «Ma cosa te ne farai mai di tutte quelle foto?», le chiese il padre preoccupat­o.

Qualche primavera dopo, a 22 anni, Chiara avrebbe avuto dieci persone impegnate a tempo pieno a gestire il flusso di commenti generati da quegli scatti. Era la richiesta d’attenzione di una bambina: stava diventando il lavoro di un’imprenditr­ice. Oggi lei ammette di avere un solo incubo: «Cadere nel vuoto». Un sogno spesso associato alla paura della perdita di controllo, paura che nella sua vita si è concretizz­ata solo due volte: con il divorzio dei suoi e con quello profession­ale da Pozzoli. A renderla felice, invece, è una cosa soltanto: «Postare e condivider­e. L’offline per me dura al massimo una giornata, non ho bisogno di eclissarmi. Mi cibo dell’energia dei miei follower anche nei momenti più difficili».

«SU FEDEZ POSSO SEMPRE CONTARE. LUI E IO CI STIMIAMO E CI SOSTENIAMO A VICENDA»

 ??  ?? I PIÙ ATTESI AL LIDO Venezia. L’arrivo di Chiara Ferragni, 32 anni, e del marito, il cantante Fedez, 29, platinato come un cyborg in un film di fantascien­za. Attesi da folle di fan, hanno partecipat­o alla presentazi­one alla Mostra del cinema di Chiara Ferragni Unposted, film sulla vita dell’influencer.
I PIÙ ATTESI AL LIDO Venezia. L’arrivo di Chiara Ferragni, 32 anni, e del marito, il cantante Fedez, 29, platinato come un cyborg in un film di fantascien­za. Attesi da folle di fan, hanno partecipat­o alla presentazi­one alla Mostra del cinema di Chiara Ferragni Unposted, film sulla vita dell’influencer.
 ??  ?? MOLTE CRITICHE, MA AI FAN NON IMPORTA La locandina del docu-film, diretto da Elisa Amoruso. I critici a Venezia l’hanno accolto con freddezza, ma il successo al cinema è garantito: la Ferragni ha 17 milioni di follower.
MOLTE CRITICHE, MA AI FAN NON IMPORTA La locandina del docu-film, diretto da Elisa Amoruso. I critici a Venezia l’hanno accolto con freddezza, ma il successo al cinema è garantito: la Ferragni ha 17 milioni di follower.
 ??  ?? ...È DIVENTATO UNA DIVA SEXY Il sorriso è lo stesso di quando era bambina, il sex appeal è quello di una grande stella. Questa foto è stata scattata pochi minuti prima di sfilare sul tappeto rosso a Venezia, dove Chiara ha ricevuto un’accoglienz­a che di solito viene tributata alle rockstar.
...È DIVENTATO UNA DIVA SEXY Il sorriso è lo stesso di quando era bambina, il sex appeal è quello di una grande stella. Questa foto è stata scattata pochi minuti prima di sfilare sul tappeto rosso a Venezia, dove Chiara ha ricevuto un’accoglienz­a che di solito viene tributata alle rockstar.
 ??  ?? IL PICCOLO ANGELO... Una tenerissim­a immagine di Chiara bambina, con gli occhi azzurrissi­mi e i riccioli biondi. Alcune scene iniziali del docu-film mostrano la Ferragni tredicenne in vacanza con la famiglia. L’ultima felice: il divorzio dei genitori romperà quell’incantesim­o.
IL PICCOLO ANGELO... Una tenerissim­a immagine di Chiara bambina, con gli occhi azzurrissi­mi e i riccioli biondi. Alcune scene iniziali del docu-film mostrano la Ferragni tredicenne in vacanza con la famiglia. L’ultima felice: il divorzio dei genitori romperà quell’incantesim­o.
 ??  ?? LA BELLEZZA È UN MARCHIO DI FAMIGLIA Chiara Ferragni posa con la madre, l’ex modella Marina Di Guardo, 58 anni, e le sorelle Francesca (prima da destra), 30, che lavora nello studio dentistico del padre, e Valentina, 26, influencer come Chiara. Sotto, lo stesso quartetto una ventina d’anni fa.
LA BELLEZZA È UN MARCHIO DI FAMIGLIA Chiara Ferragni posa con la madre, l’ex modella Marina Di Guardo, 58 anni, e le sorelle Francesca (prima da destra), 30, che lavora nello studio dentistico del padre, e Valentina, 26, influencer come Chiara. Sotto, lo stesso quartetto una ventina d’anni fa.
 ??  ??
 ??  ?? CHE FAVOLA A BRACCETTO DI PAPÀ È il 4 settembre 2018: Chiara, commossa, viene accompagna­ta all’altare dal padre, Marco Ferragni. Sta per sposare Fedez a Noto, in Sicilia, la terra natale dei suoi nonni materni.
CHE FAVOLA A BRACCETTO DI PAPÀ È il 4 settembre 2018: Chiara, commossa, viene accompagna­ta all’altare dal padre, Marco Ferragni. Sta per sposare Fedez a Noto, in Sicilia, la terra natale dei suoi nonni materni.
 ??  ?? CON LEONE VOGLIONO ANDARE LONTANO I Ferragnez (così sono chiamati la Ferragni e Fedez) con Leone, 1 anno e mezzo, sempre al centro della loro vita e dei loro progetti. «Io sono quella positiva», dice Chiara, «mio marito è più tenebroso, ma poi sa sdrammatiz­zare».
CON LEONE VOGLIONO ANDARE LONTANO I Ferragnez (così sono chiamati la Ferragni e Fedez) con Leone, 1 anno e mezzo, sempre al centro della loro vita e dei loro progetti. «Io sono quella positiva», dice Chiara, «mio marito è più tenebroso, ma poi sa sdrammatiz­zare».
 ??  ?? UNA STORIA PIENA DI VELENI Chiara con Riccardo Pozzoli, 32, ai tempi della loro unione, durata sette anni e finita nel 2013. Lui era pure suo socio. Oggi lei parla di “tradimento” anche negli affari.
UNA STORIA PIENA DI VELENI Chiara con Riccardo Pozzoli, 32, ai tempi della loro unione, durata sette anni e finita nel 2013. Lui era pure suo socio. Oggi lei parla di “tradimento” anche negli affari.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy