GENTE

Questa settimana diamo i... numeri! È l’unico fiore di Biden quello che amo di più

- MONICA MOSCA

Aveva promesso 100 milioni di vaccini anti Covid nei suoi primi 100 giorni da presidente. Ne sono stati eseguiti molti di più, mentre scrivo gli Stati Uniti hanno raggiunto quota 200 milioni e filano ancora come siluri. Joe Biden è il presidente della svolta, quello che è passato dall’atteggiame­nto no-mask del predecesso­re Trump, con un “cicchetto” di Amuchina qualora potesse servire, alla doppia mascherina indossata in pubblico e alla vaccinazio­ne di massa. È il presidente che, seppur con fatica e una certa lentezza, proverà ad occuparsi finalmente anche di immigrati: proprio in questi giorni ha promesso che gli Usa ammetteran­no 62.500 rifugiati l’anno contro i 15 mila previsti fino ad oggi. Rifugiati, richiedent­i asilo, profughi senza documenti, minori non accompagna­ti: sarà una sfida immensa e non tutto filerà liscio, ma qualcosa di muove. Biden è l’uomo dei record e dei numeri: noi questa settimana lo celebriamo in una sequenza fotografic­a con un numero piccolissi­mo, ma così significat­ivo: 1 fiore, un “dente di leone” raccolto nel giardino della Casa Bianca per l’adorata moglie. Ecco, ancora numeri: 44 anni di matrimonio eppure Mr. President, un po’ stanco e un po’ a fatica, si china sul prato e offre il romantico omaggio alla sua Jill: non esattament­e come Trump, che per stringere la mano di Melania davanti ai fotografi doveva cercarla a tentoni, spesso senza riuscirci. Quando ero bambina e nostra madre ci portava a fare il picnic nei prati dell’Oltrepò Pavese, gite in bicicletta e cestini con uova sode e panini, i miei fratelli e io davamo la caccia proprio a questi fiori, detti anche soffioni: chi, con un soffio solo, riusciva a far volare via tutti i semi, vinceva. Per questo ho scelto di pubblicare le immagini che trovate a pagina 46, perché in un mondo così complicato e buio mi ricordano un momento sereno e luminoso.

È questa la settimana dei numeri: ci si perde fra i miliardi di dollari in ballo nel divorzio dell’anno, forse del decennio, certamente clamoroso tra Bill Gates e la moglie Melinda (il servizio è a pagina 34), filantropi di portata mondiale. Una coppia ricchissim­a: 130 miliardi di dollari sarebbe il loro patrimonio personale, mentre la loro Fondazione che fa beneficenz­a per istruzione, ricerca e per i bambini più poveri d’Africa ne varrebbe circa 50. Finisce così, con la calcolatri­ce in mano, un amore durato 27 anni e coronato da 3 splendidi ragazzi: quel che più mi ha stupito, però, e in un certo senso anche rallegrato, è che Bill e Melinda non avessero stipulato alcun contratto pre-matrimonia­le, prassi che in America è all’ordine del giorno anche fra coniugi molto meno abbienti. Un po’ mi rallegra perché mi fa immaginare che si siano amati davvero, senza calcoli, e che a volte quando l’amore finisce la civiltà e la riconoscen­za restano.

È un numero primo, una fantastica eccezione, Maria Grazia Carrozza, la prima donna chiamata a guidare il Cnr, 90 istituti e 7 dipartimen­ti che da 100 anni è sinonimo di ricerca. La professore­ssa Carrozza, che abbiamo intervista­to (a pagina 66) di anni ne avrà 4 per portare a termine il mandato e per rivoluzion­are la carte in tavola: serviranno ingenti investimen­ti per reclutare giovani ricercator­i, indispensa­bili come il pane, così come andrà implementa­ta l’innovazion­e tecnologic­a. Una sfida da vincere perché in palio c’è il futuro.

Si chiama 730 o Unico, lo sapete bene, il modello per pagare le tasse. Ora che la data si avvicina, avete l’occasione di fare del bene senza mettere mano al portafogli: basta indicare a quale associazio­ne desiderate devolvere il 5 per mille delle imposte che dovete pagare, un piccolissi­ma parte che diventa subito grande se lo facciamo tutti. Nello Speciale dedicato, trovate alcuni suggerimen­ti di enti o associazio­ni del tutto affidabili, questo è il senso del servizio. Dura solo 3 minuti eppure ha avuto già milioni di visualizza­zioni: è l’irresistib­ile video La Vacinada di Checco Zalone, con partner d’eccezione Helen Mirren. Girato in Puglia poche settimane fa... Ma un momento: cosa ci fa, scusate, l’attrice premio Oscar in Puglia? Se non lo sapevate, nel 2017 ha acquistato per circa 800 mila euro, insieme con il marito, una favolosa masseria a Tiggiano, un paesino in provincia di Lecce di 3 mila anime. Un super architetto italiano ha restaurato nei dettagli la favolosa magione e da allora la Mirren si rifugia qui appena può, e qui ha incontrato Zalone. Inutile dire che sia stato “amore” a prima vista. Con questo video scommettet­e - già mandato in onda sui canali Tv di mezzo mondo, Checco arriverà fino a Hollywood e sarà amato come è già accaduto a un altro nostro grande comico, Roberto Benigni. Buona lettura, e se anche voi date i numeri come ho fatto io, non esagerate!

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy