I tor­men­ti di Mi­chael Douglas per i fi­gli

DI FE­DE­RI­CA CA­POZ­ZI

GENTE - - Sommario - Fe­de­ri­ca Ca­poz­zi

Buon san­gue non men­te, si di­ce. Ma se il san­gue buo­no non è, al­lo­ra so­no guai. È que­sto il ti­mo­re più gran­de di Mi­chael Douglas, che ul­ti­ma­men­te guar­da a Dy­lan e Ca­rys, i due fi­gli ado­le­scen­ti avu­ti da Ca­the­ri­ne Ze­ta-Jo­nes, co­me bom­be a oro­lo­ge­ria, pre­oc­cu­pa­to che pos­sa­no aver ere­di­ta­to da lui il “ge­ne del­la di­pen­den­za”. Per la ve­ri­tà al mo­men­to i ra­gaz­zi sem­bra­no tran­quil­lis­si­mi - 18 an­ni lui, 15 lei, il pri­mo al col­le­ge e su In­sta­gram con 14 mi­la fol­lo­wer, la se­con­da già bel­lis­si­ma e cor­teg­gia­ta da­gli sti­li­sti, bra­va pia­ni­sta e at­tri­ce in er­ba - ma «ci so­no sta­ti pro­ble­mi in en­tram­bi i la­ti del­la fa­mi­glia», spie­ga l’at­to­re, «e bi­so­gna sta­re at­ten­ti al­la ge­ne­ti­ca. Per que­sto li ten­go d’oc­chio. Ne par­lia­mo, ho an­che rac­con­ta­to lo­ro la mia espe­rien­za». La sua espe­rien­za, ap­pun­to. Douglas nel 1991 fi­nì in ria­bi­li­ta­zio­ne per alcol e dro­ga, an­che se il suo ri­co­ve­ro pas­sò al­la sto­ria co­me uno dei pri­mi ca­si con­cla­ma­ti, nel mon­do del­lo spet­ta­co­lo, di di­pen­den­za da ses­so (cau­sa­ta, si dis­se, dal tor­bi­do

Ba­sic in­stinct di cui era sta­to pro­ta­go­ni­sta con Sha­ron Sto­ne). Og­gi si di­chia­ra «piut­to­sto so­brio », non aste­mio. «Be­vo con mo­de­ra­zio­ne, mi re­go­lo », rac­con­ta. Chi a re­go­lar­si non ci riu­scì mai fu Eric, suo fra­tel­la­stro, fi­glio di pa­pà Kirk e del­la sua se­con­da mo­glie An­ne Buy­dens: do­po ot­to gior­ni di co­ma per over­do­se di stu­pe­fa­cen­ti nel 1999, un ar­re­sto per gui­da in sta­to di eb­brez­za e un pro­ces­so per pos­ses­so di cocaina, nel 2004 fu tro­va­to mor­to, stron­ca­to da un cock­tail “ac­ci­den­ta­le” (co­sì fu sta­bi­li­to) di alcol, tran­quil­lan­ti e anal­ge­si­ci. Né fi­ni­sce qui: Ca­me­ron, il pri­mo­ge­ni­to di Mi­chael, na­to dal pre­ce­den­te ma­tri­mo­nio con Dian­dra Lu­ker (nel­la fa­mi­glia del­la qua­le si con­ta­no ca­si di al­co­li­smo, di­chia­ra Douglas, di­ven­ta­to ge­ne­ti­sta ap­pas­sio­na­to e pre­occ­cu­pa­to), è usci­to di pri­gio­ne giu­sto due an­ni fa, do­po aver scon­ta­to una con­dan­na a set­te an­ni e mez­zo per pos­ses­so di eroi­na e spac­cio di me­tan­fe­ta­mi­ne. «È sta­to un in­cu­bo, un pe­rio­do mol­to dif­fi­ci­le e do­lo­ro­so per tut­ti», am­met­te l’at­to­re, fe­li­ce pe­rò di an­nun­cia­re che è ac­qua pas­sa­ta: il fi­glio, 39en­ne, ora sta be­ne, ha ri­pre­so a re­ci­ta­re, ha una fi­dan­za­ta e una bel­la bim­ba di un an­no. Lui, pe­rò, si sente an­co­ra in col­pa: « So­no sta­to un pa­dre as­sen­te, co­me il mio lo è sta­to per me », am­met­te. Mo­ti­vo in più per non ab­bas­sa­re la guar­dia con Dy­lan e Ca­rys. Tan­to più che pu­re mam­ma Ca­the­ri­ne Ze­ta-Jo­nes qual­che pro­ble­muc­cio l’ha avu­to. Quan­do a Mi­chael ven­ne dia­gno­sti­ca­to un can­cro al­la lin­gua, nel 2010, l’at­tri­ce an­dò in­con­tro a tem­pi bui, an­go­sce e not­ti in­son­ni. Lui gua­rì, lei crol­lò: lo stress ac­ce­se la mic­cia di un di­stur­bo bi­po­la­re la­ten­te da an­ni e Ca­the­ri­ne fi­nì ri­co­ve­ra­ta per de­pres­sio­ne nel 2011 e poi nel 2013. In­som­ma, an­che se ora co­me ora tut­to sem­bra an­da­re a gon­fie ve­le - Douglas la­vo­ra, go­de di buo­na sa­lu­te, rin­gra­zia la vi­ta per 18 an­ni di ma­tri­mo­nio fe­li­ce e per i suoi ra­gaz­zi che gli dan­no tante sod­di­sfa­zio­ni - il Dna di fa­mi­glia pa­re un cam­po mi­na­to. E vi­sto che è la scien­za a con­fer­ma­re che la pre­di­spo­si­zio­ne ai vi­zi è le­ga­ta a ge­ni spe­ci­fi­ci, il buon Mi­chael non ha tut­ti i tor­ti a sta­re sul­le spi­ne. Ba­ste­rà la sua buo­na vo­lon­tà a sal­va­re i fi­gli dal ba­ra­tro al qua­le sem­bre­reb­be­ro pre­de­sti­na­ti?

Il gran­de at­to­re te­me che “il ge­ne del­la di­pen­den­za”, co­mu­ne in fa­mi­glia, si an­ni­di an­che in Dy­lan e Ca­rys, avu­ti dal­la mo­glie Ca­the­ri­ne Ze­ta-Jo­nes. «Sì, ho pau­ra. Ho an­che rac­con­ta­to lo­ro del­la mia espe­rien­za, quan­do ven­ni ri­co­ve­ra­to in una cli­ni­ca di ria­bi­li­ta­zio­ne»

ALCOL E DRO­GA, IL LO­RO PRO­BLE­MA Mi­chael Douglas ab­brac­cia­to al pa­dre Kirk, og­gi 101 an­ni, e al fra­tel­la­stro Eric, mor­to al­co­liz­za­to nel 2004 a 46 an­ni. A de­stra, Ca­me­ron Douglas, 39, fi­glio di Mi­chael e Dian­dra Lu­ker: era eroi­no­ma­ne. LI PROTEGGE E TREPIDA PER LO­RO Mi­chael Douglas, 74 an­ni, con i due fi­gli avu­ti da Ca­the­ri­ne Ze­ta-Jo­nes: Dy­lan, 18 an­ni, e la già bel­lis­si­ma Ca­rys, 15. So­no ra­gaz­zi tran­quil­li e stu­dio­si, ma pa­pà te­me che un ge­ne ma­le­det­to pri­ma o poi li por­ti fuo­ri stra­da.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.