Spe­ro che vi sa­rà inu­ti­le

GQ (Italy) - - Prologo - LU­CA DI­NI

Il più de­lu­den­te fu un li­bro di scien­ze. Avrò avu­to ot­to-no­ve an­ni ma lo ri­cor­do co­me fos­se ie­ri. Ar­ri­va uno zio, mi por­ge un pac­chet­to bel­lo in­car­ta­to, e già ri­ce­ven­do­lo fa­ti­co a man­te­ne­re il sorriso di gra­ti­tu­di­ne, per­ché quel­la for­ma e quel pe­so pos­so­no cor­ri­spon­de­re so­lo a un li­bro. Vab­bè, pen­so, spe­ria­mo sia il Ma­nua­le­del­le­gio­va­ni­mar­mot­te. Mac­ché: un li­bro di scien­ze! Nean­che un ma­nua­le di espe­ri­men­ti – gli espe­ri­men­ti mi pia­ce­va­no, per di­re avrei tan­to gra­di­to Il­pic­co­lo­chi­mi­co o un kit per fa­re cri­stal­li o un mi­cro­sco­pio per guar­da­re le cel­lu­le nei ve­li di ci­pol­la. No, pro­prio un li­bro no­io­so di quel­li che già ave­vo a scuo­la. Del re­sto, la fra­se che ac­com­pa­gna­va il re­ga­lo ave­va spen­to ogni spe­ran­za: «Spe­ro che ti sa­rà uti­le. Buon Na­ta­le».

Vor­rei met­te­re agli at­ti que­sta co­sa: il re­ga­lo uti­le – il li­bro con la clas­si­fi­ca­zio­ne de­gli in­set­ti, il pigiama fel­pa­to, il set di cal­zi­ni – non è un re­ga­lo, è un af­fron­to. Le co­se uti­li le com­pro da so­lo e sen­za al­cu­na emo­zio­ne, a un re­ga­lo si chie­de di es­se­re inu­ti­le, di es­se­re sor­pren­den­te, di es­se­re qual­co­sa che noi – do­ven­do spre­ca­re il bud­get in no­io­si ac­qui­sti uti­li – non ci com­pre­rem­mo mai.

Va­le per i bam­bi­ni, che vogliono gio­cat­to­li, non pan­to­fo­le – all’al­tra estre­mi­tà del­la sca­la del­la fe­li­ci­tà na­ta­li­zia, ri­cor­do una splen­di­da au­to­mo­bi­li­na con le sche­de per­fo­ra­te per pro­gram­ma­re il cir­cui­to. Ma va­le an­che per gli adul­ti: se mi de­vi regalare un estrat­to­re di suc­co di ca­vo­lo ne­ro, me­glio piut­to­sto il di­spen­ser di pla­sti­ca ef­fet­to bron­zo a for­ma del­la sta­tua del Man­ne­ken Pis di Bru­xel­les, che uri­na bran­dy.

Mo­ra­le: per que­ste fe­ste fa­te do­ni sor­pren­den­ti, non “uti­li” (per ispi­rar­vi vi sug­ge­ria­mo una bel­la se­le­zio­ne, da pag. 83). E nel ca­so che nes­su­no fac­cia a voi un re­ga­lo dav­ve­ro su­per­fluo, te­ne­te­vi un pez­zet­ti­no di bud­get e an­da­te a com­prar­vi da so­li quel­lo che avre­ste vo­lu­to ri­ce­ve­re. Ma­ga­ri per­si­no quel set Mec­ca­no che vi fa go­la da tan­ti an­ni. Se qual­cu­no vi di­ce qual­co­sa, potete sem­pre di­re che ve l’ha pre­scrit­to il me­di­co. La ma­nua­li­tà fi­ne, si sa, com­bat­te lo stress.

Spe­ro che vi sa­rà inu­ti­le. Buon Na­ta­le.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.