80 ANNI DI OT­TO­MI­LA

Ha già sca­la­to 12 vol­te le vette più al­te del mon­do, 7 del­le qua­li sen­za os­si­ge­no. Car­los So­ria vuo­le di più: es­se­re il più vec­chio ad aver­ne pre­se 14

GQ (Italy) - - Sport - Te­st odi CLAUDIO PRI­MA V ESI

Il Dhau­la­gi­ri (8.167 me­tri) è il suo mar­lin, pa­ra­fra­san­do Il vec­chio e il ma­re di He­ming­way. Car­los So­ria, 80 anni il 5 feb­bra­io, con l’ot­to­mi­la ne­pa­le­se ha già lot­ta­to no­ve vol­te e ad apri­le pro­ve­rà a sca­lar­lo per la de­ci­ma. Per con­ti­nua­re a in­se­gui­re il so­gno di di­ven­ta­re l’uo­mo più an­zia­no ad aver sca­la­to le 14 vette più al­te del­la ter­ra. Ol­tre al Dhau­la­gi­ri gli man­ca il Shi­sha Pang­ma (8.027 me­tri), e set­te li ha sa­li­ti sen­za os­si­ge­no.

Un viaggio ini­zia­to tar­di per l’ex tap­pez­zie­re ori­gi­na­rio di Avi­la, in Spa­gna. E co­stel­la­to di im­pre­vi­sti. L’ul­ti­mo si chia­ma ro­dil­la, il gi­ noc­chio. In au­tun­no si è do­vu­to sot­to­por­re a un in­ter­ven­to per in­stal­la­re una pro­te­si. E co­sì ora si ri­tro­va a or­ga­niz­za­re con­tem­po­ra­nea­men­te la pros­si­ma spe­di­zio­ne, la ria­bi­li­ta­zio­ne e la ri­cer­ca di uno spon­sor per co­pri­re le spe­se. L’ul­ti­ma vol­ta ha pa­ga­to tut­to di ta­sca pro­pria. «No­no­stan­te un’in­fe­zio­ne al­la pel­le, che ha ri­tar­da­to i pro­gram­mi, mi sen­to in for­ma, ma fi­no a quan­do non sa­rò si­cu­ro di es­se­re nel­le mi­glio­ri con­di­zio­ni per ri­ten­ta­re il Dhau­la­gi­ri, non de­ci­de­rò: an­che se non do­ves­si tro­va­re uno spon­sor, ci an­drò lo stes­so, è quel­lo che de­si­de­ro, non lo fac­cio sem­pli­ce­men­te per­ché so­no al­la ri­cer­ca di un record». E poi di pri­ma­ti ne ha co­mun­que già col­le­zio­na­ti un po’: uni­co uo­mo ad aver sca­la­to die­ci Ot­to­mi­la do­po i 60 anni; per­so­na più an­zia­na ad aver rag­giun­to la vet­ta del K2, del Broad Peak, del Ma­ka­lu, del Ga­sher­brum I, del Ma­na­slu, del Kan­che­n­jun­ga e dell’an­na­pur­na, ul­ti­ma vet­ta con­qui­sta­ta in ordine di tem­po, a 77 anni. «L’an­na­pur­na è sta­ta la sfi­da più dif­fi­ci­le per­ché è una mon­ta­gna pe­ri­co­lo­sa, an­che se tec­ni­ca­men­te il K2 è più dif­fi­ci­le, ma il record a cui ten­go di più è non ave­re mai su­bi­to un con­ge­la­men­to in tan­te spe­di­zio­ni hi­ma­la­ya­ne».

Già, quel­la ca­pa­ci­tà di sa­pe­re ri­nun­cia­re, no­no­stan­te l’ubria­ca­tu­ra d’al­ta quo­ta, che ti fa ca­pi­re quan­do è il ca­so di fa­re die­tro front, an­che a po­chi me­tri dal­la vet­ta. «La di­sce­sa è la par­te più dif­fi­ci­le, an­che sul Dhau­la­gi­ri e sul Shi­sha Pang­ma so­no ar­ri­va­to ol­tre quo­ta 8.000, ma ho sa­pu­to tor­na­re in­die­tro: al Kan­che­n­jun­ga ho vi­sto mo­ri­re cin­que del­le die­ci per­so­ne che era­no con me a po­chi me­tri del­la vet­ta e l’aspet­to più brut­to è che spes­so gli sher­pa non de­ci­do­no, ma se­guo­no gli al­pi­ni­sti, dai qua­li so­no pa­ga­ti, ver­so la mor­te».

L’eli­sir di gio­vi­nez­za? Si al­le­na tut­ti i gior­ni: bi­ci, sci di fon­do, ar­ram­pi­ca­ta, eser­ci­zi per le brac­cia e ad­do­mi­na­li. Ali­men­ta­zio­ne va­ria, po­co di tut­to. E l’osti­na­zio­ne. Il pri­mo Ot­to­mi­la, il Nan­ga Par­bat, l’ha sa­li­to nel 1990, ma c’è una mon­ta­gna che di­ce tut­to del­la sto­ria, il Ma­na­slu. «L’ho ten­ta­to nel 1973 ma so­no riu­sci­to a sca­lar­lo so­lo do­po 37 anni». Se ar­ri­ve­rà sul Dhau­la­gi­ri, So­ria ten­te­rà an­che il Shi­sha Pang­ma. Nel suo pae­se, ai pie­di del­la Sier­ra de Gua­dar­ra­ma, gli han­no in­ti­to­la­to una piaz­zet­ta. Ma Car­los non ha nes­su­na in­ten­zio­ne di fer­mar­si.

1978: Car­los So­ria in mon­ta­gna con la fa­mi­glia. Og­gi ha 80 anni e con­ti­nua a sca­la­re le vette più al­te del pia­ne­ta

So­ria è la per­so­na più an­zia­na ad aver sa­li­to con suc­ces­so 7 Ot­to­mi­la su 14: il K2 (65 anni), il Broad Peak (68 anni), il Ma­ka­lu (69 anni), il Ga­sher­brum I (70 anni), il Ma­na­slu (71 anni), il Kan­che­n­jun­ga (75 anni) e l’an­na­pur­na (77 anni)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.