JAWOHL, LO VO­GLIO

La(e) donna(e) die­tro al po­te­re del can­cel­lie­re

GQ (Italy) - - LIFE PEOPLE IN LOVE 3 - Te­sto di AN­DREA D’AD­DIO Helmut Kohl, can­cel­lie­re dal 1982 al 1998, l’uo­mo del­la riu­ni­fi­ca­zio­ne del­la Ger­ma­nia. A si­ni­stra, con Beatrice Herbold, che rac­con­ta la lo­ro re­la­zio­ne clan­de­sti­na in Ge­lieb­te Freun­din, Eu­ro­pa-ver­lag, pagg. 192, 18 €

Il pri­mo ba­cio ar­ri­vò nel 1994. Helmut Kohl e Beatrice Herbold. Lui, ses­san­ta­quat­tren­ne, era già uno de­gli uo­mi­ni più po­ten­ti al mon­do, can­cel­lie­re dal 1982, pri­ma del­la Ger­ma­nia dell’ove­st, poi di quel­la riu­ni­fi­ca­ta. Lei era un’agen­te im­mo­bi­lia­re di Francofort­e di 28 an­ni più gio­va­ne. Si era­no co­no­sciu­ti nel 1990 nell’ho­tel di Bad Hof­ge­stein, in Au­stria, do­ve en­tram­bi pas­sa­va­no d’abi­tu­di­ne qual­che gior­no di va­can­za a ini­zio apri­le. «Si era­no co­no­sciu­ti per ca­so: Beatrice non ave­va vi­sto l’av­vi­so sul­la por­ta del­la sau­na, che ne vie­ta­va l’in­gres­so per un pa­io d’ore. Una vol­ta den­tro, si tro­vò da­van­ti Kohl e la sua guar­dia. Nu­di. Vo­le­va an­da­re via, ma il can­cel­lie­re la in­vi­tò a fa­re due chiac­chie­re. E que­sto fu l’ini­zio di un’ami­ci­zia e di una re­la­zio­ne ri­ma­sta na­sco­sta 25 an­ni». Chi rac­con­ta è Ka­trin Sa­ch­se, la gior­na­li­sta che ha aiu­ta­to Beatrice Herbold a met­te­re ne­ro su bian­co la sto­ria del suo amo­re clan­de­sti­no con il lea­der te­de­sco, uno de­gli uo­mi­ni chia­ve del No­ve­cen­to. Il li­bro, Ge­lieb­te Freun­din, L’aman­te ami­ca, è ap­pe­na sta­to pub­bli­ca­to in Ger­ma­nia get­tan­do una nuo­va lu­ce sul­la vita pri­va­ta di Helmut Kohl. Spo­sa­to con l’amo­re dei suoi 18 an­ni, Han­ne­lo­re, che non so­lo gli die­de due fi­gli, ma fu an­che sua fon­da­men­ta­le con­su­len­te po­li­ti­ca, Kohl è ap­par­so a lun­go co­me un uo­mo dai sal­di prin­ci­pi cat­to­li­ci, co­me del re­sto re­ci­ta il no­me il suo par­ti­to, Unio­ne Cri­stia­no-de­mo­cra­ti­ca. «La re­la­zio­ne tra Kohl e la Herbold du­rò quat­tro an­ni e fu un con­ti­nuo di bu­gie e bre­vi fu­ghe di pas­sio­ne. Era­no en­tram­bi spo­sa­ti, an­che se la Herbold ave­va fat­to chia­rez­za con il ma­ri­to e vi­ve­va an­co­ra con lui, ma lo fa­ce­va da se­pa­ra­ta in ca­sa. No­no­stan­te i viag­gi e la re­spon­sa­bi­li­tà di gui­da­re un Pae­se in via di riu­ni­fi­ca­zio­ne, Kohl fa­ce­va di tut­to per pren­der­si del tem­po e an­da­re a tro­va­re Beatrice a Francofort­e. Non si fa­ce­va mol­ti pro­ble­mi di pri­va­cy: la por­ta­va an­che al ri­sto­ran­te. Del suo en­tou­ra­ge, chi sa­pe­va ta­ce­va. All’epo­ca non c’era­no te­le­ca­me­re ovun­que e nem­me­no i so­cial, e for­se si era an­che in­ge­nui. Ep­pu­re, per quan­to pen­so che la amas­se dav­ve­ro, la Herbold non fu pro­ba­bil­men­te la pri­ma donna con cui tra­dì sua mo­glie. Non sem­bra­va nuo­vo a quel ti­po di si­tua­zio­ne». Han­ne­lo­re si sui­ci­de­rà nel 2001 in­ge­ren­do una for­te do­se di son­ni­fe­ri, in­sof­fe­ren­te − pa­re − al­la tre­men­da al­ler­gia al­la lu­ce che ne im­pe­di­va qual­sia­si spo­sta­men­to da ca­sa. «Beatrice man­dò un bi­gliet­to di con­do­glian­ze, ma i con­tat­ti non ri­pre­se­ro. La lo­ro sto­ria era fi­ni­ta un po’ al­la vol­ta, nel 1998, sen­za una ve­ra ra­gio­ne, sem­pli­ce­men­te ve­den­do­si sem­pre me­no. Kohl era nel pie­no del suo de­cli­no po­li­ti­co: scon­fit­to al­le ele­zio­ni da Ge­rhard Schrö­der, era an­che ac­cu­sa­to di aver ge­sti­to per an­ni fon­di ne­ri al suo par­ti­to. Non avan­za­va spazio per la lo­ro re­la­zio­ne». Lui, nel 2008, spo­se­rà la qua­ran­ta­quat­tren­ne Mai­ke Ri­ch­ter, a lun­go sua se­gre­ta­ria del­la Can­cel­le­ria e con cui è ri­ma­sto le­ga­to fi­no al suo de­ces­so, giu­gno 2017. Beatrice in­ve­ce ha con­ti­nua­to a de­fi­ni­re Kohl “l’uo­mo del­la sua vita”. «Se il li­bro non è sta­to pub­bli­ca­to pri­ma è per­ché Beatrice non vo­le­va dan­neg­gia­re Helmut. Do­po la mor­te di lui, nel 2017, lei si è con­ces­sa la ca­tar­si e la pos­si­bi­li­tà di da­re va­lo­re, fi­nal­men­te, a un se­gre­to che ha sem­pre chia­ma­to amo­re».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.