Fe­li­ci­tà ses­sua­le

Co­me si dà vo­ce al (pro­prio) de­si­de­rio, tra ebrai­smo, punk e Lou Reed

GQ (Italy) - - LI­FE MU­SI­CA - Te­sto di AL­BA SO­LA­RO

«Ho ap­pe­na mes­so i pie­di nel­la stan­za di un ho­tel a Tuc­son, Ari­zo­na, e… (quin­di­ci in­fi­ni­ti se­con­di di pau­sa)… Sì, sto be­ne. E… (al­tra lun­ga pau­sa)… dob­bia­mo par­la­re di ses­so?». Par­lia­mo di Sex Edu­ca­tion, il di­sco: «… … Cer­to».

Chi va di fret­ta non ini­zi una con­ver­sa­zio­ne con Ez­ra Fur­man. Fa in­ter­mi­na­bi­li pau­se: non si ca­pi­sce se sta ri­flet­ten­do o per­ché, in­tan­to che ri­spon­de al te­le­fo­no, sta ti­ran­do fuo­ri dal­la va­li­gia le col­la­ne di per­le e ca­mi­cet­te a fio­ri. Mol­to si è det­to su que­sto 33en­ne fi­glio (ma sa­reb­be più giu­sto di­re fi­glia) di un agen­te di cam­bio e di una scrit­tri­ce di ma­nua­li, che esa­ge­ra col ros­set­to e scri­ve can­zo­ni rab­bio­se sull’es­se­re una trans nell’ame­ri­ca di og­gi, l’amo­re, la de­pres­sio­ne, l’in­giu­sti­zia so­cia­le. E il suo ebrai­smo: «Sì, so­no os­ser­van­te. Non fac­cio mai con­cer­ti il ve­ner­dì se­ra. Nien­te ascen­so­ri o shop­ping il sa­ba­to».

Il 10 apri­le la can­tau­tri­ce di Chi­ca­go pub­bli­ca l’al­bum con le can­zo­ni scrit­te per la co­lon­na so­no­ra di Sex Edu­ca­tion, la se­rie Net­flix am­bien­ta­ta in un col­le­ge in­gle­se. Il pro­ta­go­ni­sta è il fi­glio se­di­cen­ne di una te­ra­pi­sta ses­sua­le, che ini­zia a fa­re lo stes­so me­stie­re del­la ma­dre per i suoi com­pa­gni di scuo­la, chi con pro­ble­mi di eia­cu­la­zio­ne pre­co­ce, chi con di­lem­mi di iden­ti­tà ses­sua­le. «La se­rie non si ri­vol­ge so­lo ai tee­na­ger: non riu­sci­re a par­la­re di cer­te co­se è ca­pi­ta­to a tut­ti. È sta­to co­sì an­che per me. A scuo­la ero im­pri­gio­na­to in me stes­so. Mi pia­ce­va­no sia i ra­gaz­zi che le ra­gaz­ze, avrei vo­lu­to po­ter di­re pub­bli­ca­men­te “ec­co: io so­no co­sì”. La can­zo­ne I’m Co­ming Clean par­la di que­sto. Non so­no più un ado­le­scen­te ma co­no­sco quei mo­men­ti, quan­do ti sen­ti di mer­da, con­fu­so, an­go­scia­to, ina­de­gua­to, e rie­sci a co­mu­ni­car­lo con gran­de one­stà». La ver­gi­ni­tà, di­ce, l’ha per­sa con Sweet Ja­ne dei Vel­vet Un­der­ground in sot­to­fon­do. Ve­ro o in­ven­ta­to che sia, fa par­te del­la sua gran­de os­ses­sio­ne per Lou Reed. «Due an­ni fa ho scrit­to un li­bro su Tran­sfor­mer, il suo al­bum più po­po­la­re, quel­lo che mi ha spa­lan­ca­to la te­sta sul­la cul­tu­ra queer. E sul punk. Ho vi­sto Lou al fe­sti­val SXSW ad Au­stin una de­ci­na di an­ni fa: al­la fi­ne del con­cer­to dis­se “amo il punk, so­no sta­to il pri­mo a far­lo”. La­vo­ran­do al li­bro ho pen­sa­to mol­to a quan­to il punk e la re­li­gio­ne ebrai­ca sia­no sta­ti im­por­tan­ti per me quan­do ave­vo 15 an­ni. Mi pia­ce de­scri­ver­le en­tram­be co­me due sot­to­cul­tu­re. L’ebrai­smo mi fa sen­ti­re par­te di una mi­no­ran­za spi­ri­tua­le, di­ver­so dal­la mag­gior par­te del­le per­so­ne. Il punk è co­me il Ro­man­ti­ci­smo, mol­to più che una mu­si­ca: un al­tro mo­do di sen­ti­re, di pen­sa­re; mi ha da­to il co­rag­gio di ri­bel­lar­mi ai con­for­mi­smi ses­sua­li. Ma a 14 an­ni più di tut­to vo­le­vo suo­na­re la chi­tar­ra in un grup­po punk». L’ha ri­ce­vu­ta in re­ga­lo per il suo bar mi­tz­vah, e il suo pri­mo di­sco au­ten­ti­ca­men­te punk è Twel­ve Nu­des, usci­to l’an­no scor­so, con­den­sa­to di rab­bia po­li­ti­ca ed emo­ti­va. Il 25 apri­le do­vreb­be suo­na­re al Co­vo di Bo­lo­gna, ma al mo­men­to in cui scri­via­mo è im­pos­si­bi­le con­fer­mar­lo. «Il pri­mo con­cer­to del­la mia vi­ta cre­do fos­se­ro i ca­na­de­si Ba­re­na­ked La­dies, avrò avu­to 13 an­ni… In­vec­chia­re non mi pre­oc­cu­pa, pen­so sia un pri­vi­le­gio», con­clu­de. «So di de­lu­de­re chi ama pen­sar­mi co­me una per­so­na tor­men­ta­ta, ma io vo­glio in pri­mo luo­go sen­tir­mi un es­se­re uma­no sa­no e fe­li­ce. E so­lo in se­con­do luo­go es­se­re un’ar­ti­sta».

Sex Edu­ca­tion, il di­sco del­la co­lon­na so­no­ra del­la se­rie, esce il 10 apri­le. Can­ta Ez­ra Fur­man, 33 an­ni, at­te­sa in con­cer­to in Ita­lia

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.