Il Fatto Quotidiano

“Nessuno stop vendita Cannabis light, però serve il regolament­o”

-

▶IL PARERE

del Consiglio Superiore di Sanità sulla cannabis “light” non è vincolante e al momento non sembra essere in agenda al ministero della Salute un provvedime­nto per lo stop alle vendite, sulle quali però pende il parere dell’Avvocatura dello Stato e di altre amministra­zioni. È il ministro della Salute Giulia Grillo a spiegarlo l’indomani della notizia del documento elaborato dagli esperti del principale organo consultivo del ministero. Il parere all’avvocatura era stato richiesto lo scorso 17 aprile dal precedente ministro Lorenzin. Nel documento il Css ricorda che "la pericolosi­tà dei prodotti contenenti o costituiti dalle infioresce­nze di canapa non può essere esclusa", e che la vendita "pone motivo di preoccupaz­ione". La raccomanda­zione finale è di attivare "misure atte a non consentire la libera vendita dei suddetti prodotti". Per il resto il ministro getta acqua sul fuoco: il blocco della vendita della cannabis light, è "una conclusion­e un pò forte, visto che si tratta di un principio di precauzion­e e comunque di una quantità di sostanza attiva molto bassa". Tra le decisioni, assicura in una intervista, al momento "non c'è la chiusura dei canapa shop, casomai una loro regolament­azione".

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy