L’ar­re­sto e i pro­ces­si

Il Fatto Quotidiano - - CRONACA -

STE­FA­NO CUC­CHI è mor­to all’ospe­da­le Per­ti­ni di Ro­ma il 22 ot­to­bre 2009 una set­ti­ma­na do­po l’ar­re­sto per dro­ga ad ope­ra dei ca­ra­bi­nie­ri del­la sta­zio­ne Ap­pia

FU­RO­NO IM­PU­TA­TI gli agen­ti pe­ni­ten­zia­ri che lo eb­be­ro in cu­sto­dia, gli in­fer­mie­ri e i me­di­ci del Per­ti­ni. Fu­ro­no as­sol­ti in via de­fi­ni­ti­va gli agen­ti e gli in­fer­mie­ri e con­dan­na­ti in ap­pel­lo per omi­ci­dio col­po­so i me­di­ci, ma la Cas­sa­zio­ne an­nul­lò tutto e per alcuni me­di­ci. Nuovo pro­ces­so, nuovo an­nul­la­men­to e ora è in cor­so l’ap­pel­lo ter

NEL 2015 il pro­cu­ra­to­re Giu­sep­pe Pi­gna­to­ne ( nel­la fo­to) e il pm Gio­van­ni Mu­sa­rò han­no aper­to un’in­chie­sta bis do­po l’espo­sto pre­sen­ta­to da Ila­ria Cuc­chi con l’av­vo­ca­to Fa­bio An­sel­mo. Ne è na­to il pro­ces­so in cui so­no im­pu­ta­ti cin­que ca­ra­bi­nie­ri: tre per omi­ci­dio pre­te­rin­ten­zio­na­le, uno per ca­lun­nia e il ma­re­scial­lo Ro­ber­to Man­do­li­ni, per fal­so e ca­lun­nia

IL PM MU­SA­RÒ ha aper­to un’ul­te­rio­re in­chie­sta sui pre­sun­ti fal­si: quel­li che avreb­be­ro na­sco­sto l’an­no­ta­zio­ne del ca­ra­bi­nie­re Te­de­sco che at­tri­bui­sce il pe­stag­gio ai due col­le­ghi e le con­di­zio­ni fi­si­che di Cuc­chi

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.