Il Foglio Quotidiano

Alle 6.30 comincia tu

- CONTRO MASTRO CILIEGIA (Maurizio Crippa)

L’immagine struggente del giorno, per quanto assurda appaia e davvero sia, è dunque quella di Francesco

Giorgino che alla fine del Tg1 saluta col ciuffo reclinato, lo sguardo intristito, salutando piano con la mano come un Gesù dopo l’ultima cena, in un cromatismo da Gherardo delle Notti: “E’ giunta l’ora…”. Momenti di commozione, di tivù umanità. Ma non vogliamo nemmeno un minuto credere alle chiacchier­e, al gossip feroce del tardo impero di Saxa Rubra, secondo cui l’addio di Giorgino – per giunta in trio con Emma D’aquino e Laura Chimenti – sarebbe dovuto a una tracotante punizione della direttora Monica Maggioni. Furiosa, addirittur­a, perché le tre star del serale avrebbero rifiutato di sbomballar­si a turno la rassegna stampa delle 6,30. Non possiamo pensare che una vera regina della Rai si sia incaponita come una Medea su una tale insulsa idea, fino al truce delitto d’immagine. In un’azienda che ha migliaia di giornalist­i che mai vedono il video, che senso ha infliggere la corvée della rassegna all’alba a uno come Giorgino, manco fosse a Radio radicale? Fanno benissimo a rifiutarsi. Sarebbe come avere a disposizio­ne una rediviva Carrà e chiederle di presentare il Meteo all’edizione del mattino. Rispondere­bbe, da par suo: alle 6,30 comincia tu!

 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy