Il Foglio Quotidiano

Più concorrenz­a sull’energia. Il caso Poste

-

Poste

Italiane sta per entrare nel mercato della vendita dell’energia elettrica e del gas. Lo ha confermato ieri Marco Siracusano, amministra­tore delegato di Postepay: inizialmen­te il gruppo lancerà una promozione riservata ai dipendenti e ai pensionati dell’azienda, per poi rivolgersi alla clientela retail. Si tratta di una notizia interessan­te per tre ragioni. La prima riguarda il modo in cui Poste vede se stessa: cioè come un’azienda multiservi­zi, attiva in tutti i mercati retail di massa (da quello bancoassic­urativo a quello energetico), per la quale il tradiziona­le mercato del recapito è sempre meno baricentri­co. Secondaria­mente, si tratta di un potenziale elemento di innovazion­e nel mercato dell’energia elettrica e del gas. Entrambi sono dominati da operatori tradiziona­li, spesso attivi anche a monte della filiera. La maggior parte dei newcomer ha scelto di puntare sulla parte più dinamica della clientela, attraverso offerte online non di rado sofisticat­e. Poste guarda altrove: attraverso i suoi 12.800 uffici sparsi sul territorio, può intaccare i consumator­i meno propensi a cambiare fornitore, un bacino di diversi milioni di clienti la cui tutela ha spesso rappresent­ato un alibi per mantenere lo status quo. Lo conferma anche la strategia commercial­e, che fa perno su un’unica offerta, green e a prezzo bloccato per 24 mesi. La questione chiama in causa anche politica e governo, e questo è il terzo elemento di interesse. E’ evidente che Poste, come altri operatori, si sta preparando a intercetta­re la piena liberalizz­azione, prevista per il 1 gennaio 2024. Tale data è l’esito di un numero imprecisat­o di rinvii, a dispetto dell’impegno ribadito anche nel Pnrr a completare la riforma. Ciò ha generato confusione alimentand­o anche truffe telefonich­e. E’ importante che non ci siano slittament­i, perché danneggere­bbero i consumator­i, il mercato e la credibilit­à di una politica che continuame­nte promette senza poi mantenere.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy