Il Foglio Quotidiano

INNAMORATO FISSO

- di Maurizio Milani

In tutte le baby gang del pianeta il rito per entrare è uguale: mettere la testa nella turca (cesso alla turca). Non è difficile, chi non lo ha fatto? Il problema: quando si presenta un aspirante con la testa piccolina, devo dirgli: “Amico! Siamo onorati che vuoi entrare nella nostra banda; ma con quella testa così piccola rischi l’incastro”. Lui: “Lo so! Ma voglio entrare nel vostro gruppo”. Io: “Ascolta, puoi essere un aggregato ma non affiliato. Non è il caso di mettere la testa nel cesso”. Non avevo finito il discorso che è corso in stazione. Al cesso (con rispetto parlando). Capita la situazione, lo si è inseguito. Ci ha preceduto. E’ entrato nella pudica area. Quando lo si è fatto anche noi era tardi. Aveva messo la testa dentro il buco della turca. Come previsto, non riusciva più a uscire. La testa combaciava (al millimetro) con il buco. Niente! Ormai la frittata era fatta. Si sono spaccate le piastrelle attorno alla pedana (di ghisa). Lui si è alzato con la testa dentro il blocco. Una roba mai vista. Però stava bene così conciato. Fa: “Sono le 5! Devo andare a casa”. Io: “Non puoi andarci con la turca che fa parte di te; andiamo dal fabbro sui Navigli”. Il fabbro: “Va che bel cliente; era tanto che non vedevo un manufatto così bene incastrato”. Lo ha liberato. La turca spaccata in due è in sede, la usiamo come giubbino antiproiet­tile. Lo scemo, per il suo coraggio è stato ammesso. Sta facendo carriera. Ieri ha incastrato la testa dentro la cancellata dell’idroscalo. Non riusciva più a tirarla fuori. Abbiamo chiamato il forzuto del circo lì avanti che ha distanziat­o le due stanghe. Oggi andrà a mettere la testolina nella recinzione dove è tenuto il panda gigante (vedere il filmato su Youtube). Il panda lo prende e lo tiene da dentro e non lo molla. Mai visto un filmato simile. Si è dovuto fare una puntura di bromuro alle palle del panda. Dopo un po’ l’ha mollato. L’amico, adesso, vuole uscire dal gruppo.

 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy