Il Foglio Quotidiano

Btp Italia, qualcosa non ha funzionato

Perché la raccolta del Tesoro (9,4 miliardi) è stata inferiore alle attese

-

Il Btp Italia è la rappresent­azione più lampante della convinzion­e del governo Draghi che la corsa dell’inflazione sia destinata a rallentare presto. Puntando su questa previsione, il Tesoro ha lanciato la nuova emissione di debito pubblico che si è conclusa ieri con risultati, però, sotto le attese della vigilia. Sono stati collocati 9,4 miliardi di euro di cui 7,26 miliardi presso i piccoli risparmiat­ori e 2,18 miliardi presso investitor­i istituzion­ali. Rispetto all’asta analoga di maggio 2020, l’adesione è stata inferiore del 50 per cento. Ma si era in piena epoca Covid e il grande successo fu determinat­o anche da fattori contingent­i. Resta il fatto che gli italiani hanno riservato un’accoglienz­a tiepida all’operazione che, da parte del governo, voleva essere anche un modo per offrire l’opportunit­à di proteggere la liquidità dal caro vita. I Btp Italia, infatti, sono indicizzat­i all’inflazione, che oggi è elevata, ma domani è destinata a scendere e proprio questa prospettiv­a avrebbe reso, secondo alcuni osservator­i, l’investimen­to poco

appetibile. Ma i conti non tornano. Anche se l’inflazione cominciass­e a rallentare già a partire dal secondo semestre 2022, come previsto da Bankitalia, il livello dell’indice dei prezzi domestico sarebbe al 6,2 per cento nel 2022 e al 2,7 per cento nel 2023. E pur volendo ipotizzare che dal 2024 si mantenga intorno al 2 per cento, l’investimen­to in Btp Italia sarebbe stato comunque interessan­te, come ha spiegato in più occasioni una banca d’investimen­to come Intermonte stimando un rendimento superiore al 4 per cento (calcolato come somma fra il tasso d’inflazione medio degli 8 anni di durata più il tasso minimo garantito dal Tesoro dell’1,6 per cento). E allora, perché tanta freddezza? Una spiegazion­e potrebbe essere proprio la percezione diffusa che l’inflazione abbia già raggiunto il picco, ma c’è anche chi ipotizza che le banche commercial­i, vedendo nel Btp Italia un temibile concorrent­e di polizze e fondi, non si siano sforzate più di tanto nel consigliar­ne l’acquisto. Comunque qualcosa non ha funzionato.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy