Il Foglio Quotidiano

Quanto ci costa andare allo stadio

- Marco Sacchi

Dopo due anni segnati dall’emergenza coronaviru­s, tra capienze ridotte, chiusure e nuove riaperture, i club di Serie A possono finalmente tornare a contare sulla campagna abbonament­i. Dal Milan campione d’italia al Monza neopromoss­o, le società hanno pubblicato i listini prezzi e aperto le porte tifosi più fedeli, con risultati anche molto soddisface­nti in diversi casi. Ma quanto costerà andare allo stadio nella prossima stagione? Nell’attesa che tutte le società diano il via alla campagna abbonament­i, è possibile fare una fotografia della situazione attuale.

Partendo dalle big, e prendendo in consideraz­ione il prezzo più basso possibile tra quelli proposti da ogni club, la Juventus è la più cara di tutte e chiede un minimo di 650 euro per l’abbonament­o meno costoso. Cifre distanti da quelle di Milan e Inter, con i rossoneri che possono essere seguiti dal terzo anello rosso di San Siro con 199 euro per tutta la stagione – prezzo per gli abbonati 2019-20 – e i nerazzurri che chiedono un minimo di 269 euro per la curva, non avendo aperto le sottoscriz­ioni per il terzo anello. In linea con questi prezzi anche la Roma, che chiede almeno 255 euro ai sostenitor­i che vogliono assicurars­i il loro posto in Curva Nord, un po’ meno rispetto ai 269 euro necessari per i cugini laziali.

Più bassa la richiesta dell’atalanta, che si ferma a 215 euro per un posto in Curva Morosini, lo stesso prezzo proposto dal Bologna per quella Bulgarelli. E il Napoli? Ancora sconosciut­i i dettagli della campagna abbonament­i dei partenopei. Lo Spezia si posiziona a quota 245 euro. E le neopromoss­e? Per seguire il Legge al Via del Mare servono almeno 260 euro, poco di più rispetto ai 250 euro necessari per ottenere un posto allo U-power Stadium per la prima stagione in Serie A del Monza di Berlusconi e Galliani.

 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy