Il Foglio Quotidiano

Milano si dà all’ippica e fa le cose in grande per prepararsi all’europeo

- Luca Delli Carri

Milano pensa sempre in grande. Sarà perché rimane la capitale finanziari­a del paese o per il carattere dei suoi cittadini, ma ogni cosa che nasce all’ombra della Madonnina ha un’inclinazio­ne alla grandezza che altrove raramente si riscontra. Non fa difetto la Frecciaros­sa Milano Jumping Cup, la cui seconda edizione entra nel vivo oggi. Quattordic­i nazioni, 175 cavalieri e amazzoni e 240 cavalli sono impegnati in un concorso internazio­nale di salto a ostacoli che si concluderà domenica all’ippodromo Snai di San Siro, nel prato all’interno delle piste dedicate a purosangue e fantini. Un evento nobilitato dal fatto che la Federazion­e equestre internazio­nale (convinta dall’edizione dello scorso anno e dalla qualità del Comitato organizzat­ore, nel quale ora siede anche Sport e Salute) ha designato San Siro come sede del Campionato Europeo 2023. Certo non ha ancora la tradizione di Piazza di Siena (giunta quest’anno alla numero 89), ma Milano, oltre che pensare in grande, va notoriamen­te veloce. Prova ne è che il montepremi è salito da 150mila a 250mila euro e che tra i partecipan­ti, provenient­i da 12 Paesi (due in più rispetto allo scorso anno), ci sono il numero al mondo della categoria Martin Fuchs, vincitore della finale di Coppa del mondo di Lipsia e l’estate scorsa dell’argento individual­e agli Europei di Riesenbeck, il campione olimpico di Londra 2012 Steve Guerdat e il vincitore del Rolex Gran Premio Roma 2021 David Will. Ben 38 gli atleti italiani, tra cui spiccano Emilio Bicocchi, Luca Marziani, Bruno Chimirri, nonché Carla Cimolai, vincitrice della Milano Jumping Cup 2021. “Imporsi a Milano l’anno scorso è stato veramente emozionant­e”, dice Cimolai. “Era la prima edizione ed è stata la mia vittoria più importante. Milano è ormai tra i grandi luoghi dell’ippica e l’anno prossimo ospiterà i campionati Europei. Se dovessi sognare in grande direi che, dopo avere vinto a Milano, vorrei vincere Piazza di Siena”.

Intanto, però, la giovane amazzone friulana è in lizza per il bis sull’erba di San Siro, la skyline dei grattaciel­i di City Life come sfondo. L’ingresso è gratuito e c’è un Village con food truck, picnic set, trampolier­i, giocolieri e bolle di sapone giganti. Una pacchia per i bambini; i genitori possono dedicarsi al dresscode.

 ?? ?? Lo spettacola­re campo di gara di San Siro
Lo spettacola­re campo di gara di San Siro

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy